Calcio

Europa League 2017-2018: ecco quanto può valere vincerla

Montepremi, bonus, diritti tv e ricavi da stadio. Milan, Lazio e Atalanta in corsa per un trofeo che può portare oltre 20 milioni di euro

europa league 2017 2018 montepremi ricavi diritti tv

Giovanni Capuano

-

Milan, Lazio e Atalanta correranno per un montepremi potenziale da 20 milioni di euro. Tanto vale l'Europa League 2017-2018 cui le tre squadre italiane partecipano per qualificazione diretto o avendo superato i due turni preliminari contro CSU Craiova e Shkendija

Non sono i soldi della Champions League, che rimane inarrivabile come valore economico della manifestazione, ma il peso della coppa di consolazione sta crescendo, senza dimenticare che chi vince strappa un posto direttamente nei gironi della Champions, altra novità della riforma che prenderà vita dal 2018.

europa league ricavi montrepremi diritti tv

Il Manchester United vincitore dell'Europa League 2017-2018 - 18 agosto 2017 – Credits: Mike Hewitt/Getty Images

Montepremi e bonus per la partecipazione 

Le 48 squadre iscritte alla fase a gironi dell'Europa League riceveranno 2,6 milioni di euro ciascuna come premio di partecipazione. Nelle sei gare verranno distribuiti 360mila euro per ogni vittoria e 120mila euro per ogni pareggio. Chi arriva primo in classifica incassa 600mila euro e chi si qualifica da secondo ne prende la metà, ovvero 300mila euro.

Essere tra le partecipanti al primo turno ad eliminazione diretta (sedicesimi di finale) porta un ulteriore bonus da 500mila euro. Il totale per questa prima fase va da un minimo di 2,6 milioni (se eliminati senza nemmeno fare un punto) a un massimo potenziale di 5.860.000 euro con en plein di successi e passaggio da prima classificata.

Bonus e premi per i turni fino alla finale

Il piatto diventa più ricco andando avanti verso la finale di Lione. Qualificarsi agli ottavi di finale fa incassare un assegno da 750mila euro che cresce a un milione per i quarti di finale e a 1,6 milioni per le semifinali.

E la finale? Chi ci arriva e perde si deve accontentare di 3,5 milioni di euro mentre chi alza il trofeo, oltre al prestigio e alla possibilità di andare a fare la Supercoppa Europea (nel 2017 bonus da 4 milioni per la vincitrice e 3 per la sconfitta) mette a bilancio altri 6,5 milioni.

Il totale del montepremi sportivo è, dunque, di 15.710.000 milioni di euro in caso di trionfo o 12,7 milioni con sconfitta in finale. Ai soldi della vincitrice va aggiunto l'incasso minimo garantito dalla partecipazione alla Supercoppa Europea.

Quanto vale il market pool dell'Europa League

I diritti tv dell'Europa League sono ovviamente meno ricchi rispetto a quelli della Champions League. Ciò non toglie che le squadre italiane possano raggranellare soldi importanti anche da questa voce. La stima, perché il consuntivo si fa solo a fine stagione, è di un minimo di 3,7 milioni di euro per la partecipazione con altri 1,5 milioni qualora le tre squadre uscissero contemporaneamente giocando lo stesso numero di partite.

Quanto hanno incassato le italiane nel 2015-2016

In attesa dei numeri ufficiali legati all'edizione che si è chiusa in maggio a Stoccolma, la ripartizione del 2015-2016 aiuta ad avere un parametro di riferimento oggettivo sulle potenzialità dell'Europa League. Il massimo, ma con un market pool molto più alto derivante dal mercato televisivo inglese, è stato del Liverpool sconfitto in finale con 37,8 milioni di euro partendo dal girone. Il Siviglia vincitore (retrocesso dalla Champions a dicembre) si è fermato a 13,8 milioni.

La Lazio, eliminata agli ottavi di finale, ha messo a bilancio 15,3 milioni contro i 12,5 del Napoli e gli 11,1 della Fiorentina, entrambe fuori nel primo turno ad eliminazione diretta.

I ricavi da stadio dipendono molto dalla piazza. Solitamente sono molto bassi fino alla fase conclusiva (dai quarti in poi). Ma questi preliminari hanno portato al Milan due incassi da complessivi 3 milioni contro CSU Craiova e Shkendija. E se i rossoneri dovessero fare strada...


Per saperne di più

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Preliminare Champions League: tutti i precedenti delle squadre italiane

Il Napoli all'ultimo ostacolo prima della qualificazione nel girone. In passato 10 eliminazioni di cui 6 nelle ultime 7 stagioni

Napoli-Nizza, preliminare di Champions League: ecco quanto vale la qualificazione

La squadra di Sarri si gioca 30 milioni nella doppia sfida con i francesi. Montepremi, diritti tv e stadio: tutti i vantaggi di entrare nella Champions

Champions League 2017-2018: la guida completa

La corsa alla finale di Kiev del 26 maggio 2018: squadre partecipanti, date, orari, gironi, format e montepremi. Chi dopo il Real Madrid?

Commenti