Calcio

Euro 2016: Ronaldo, record di goal e finale con il Portogallo

CR7 trascina i lusitani contro il Galles (2-0) e raggiunge Platini per reti realizzate: ora è pronto a prendersi l'Europeo (e il Pallone d'Oro)

FBL-EURO-2016-MATCH49-POR-WAL

Giovanni Capuano

-

Portogallo-Galles 2-0: Ronaldo in finale, Bale a casa tra lacrime e applausi. Il verdetto della prima semifinale dell'Europeo promuove il Portogallo e boccia il Galles: giusto così, per quanto si è visto in campo e per i valori assoluti di una nazionale che torna a giocarsi il torneo più importante d'Europa a 12 anni dalla beffa atroce della sconfitta contro la Grecia. Allora c'era un Ronaldo giovanissimo che non potè nulla contro il mito ellenico. Oggi toccherà a CR7 provare a trascinare i suoi oltre il pronostico che sarà fatalmente favorevole a Germania o Francia.

A Lione la stella del Real Madrid ha vinto il duello con il compagno di squadra e di record. Lo ha fatto segnando un gol di testa e servendo l'assist a Nani per il raddoppio: tutto in cinque minuti all'inizio della ripresa, dopo un primo tempo che tra noia e sbadigli era stato all'insegna dell'equilibrio assoluto. I gallesi si sono sciolti come neve al sole e non c'è stata partita.

 

Il record di Ronaldo: 9 gol all'Europeo

Il balzo con colpo di testa che ha aperto in due la sfida è valso a Ronaldo il primato raggiunto di gol segnati nelle fasi finali di un campionato Europeo. Ora sono 9 come Michel Platini, che li realizzò tutti in un'unica edizione nel 1984 facendo vincere alla Francia il torneo che tutti volevano. Ronaldo li ha disseminati qua e là nel corso della sua carriera, ma il primato ha comunque grande valore se si pensa che in 5 partecipazioni Cristiano ha fatto 3 semifinali e quella di Parigi sarà la seconda finale.

Il Pallone d'Oro 2017 è sempre più vicino. Quello con Bale poteva essere un vero e proprio confronto diretto per convincere i giurati e lo ha vinto il portoghese che ha già alzato al cielo di Milano la Champions League con un rigore decisivo calciato e segnato in finale. Dovesse ripetersi a Parigi non ci sarebbero dubbi, ma anche così la sua stagione rimane eccezionale.

Portogallo, prima vittoria nel torneo

Il Portogallo, che era arrivato al penultimo atto senza mai aver vinto e con la fama di essere una delle peggiori nazionali viste in Francia, ha infranto il tabù nella notte giusta. Da quando Santos è ct non ha mai perso, segno di una solidità che va oltre Ronaldo. Si è rivisto un grande Renato Sanches, il migliore per lunghi tratti della sua squadra, non si è sentita la mancanza di Pepe e Carvalho e il vecchietto Nani ha continuato a colpire come da un mese gli riesce.

Troppo per il Galles e abbastanza per spaventare Francia e Germania. Attenzione, i lusitani arrivano freschi a Parigi e avranno un giorno di riposo in più. Il calendario non ha corretto la follia del 2012, quando gli azzurri ebbero solo 72 ore per ricaricare le pile prima di Kiev e vennero distrutti dalla Spagna. Chiunque vinca l'incrocio di Marsiglia dovrà fare i conti con la fatica più di Ronaldo e compagni; tema da tenere in conto quando si pensa a chi potrà vincere questo Europeo nato e cresciuto nell'equilibrio.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Euro 2016: le curiosità statistiche (in attesa delle semifinali)

Aumentano i gol di sinistro, 35 su 100. Dai record di Sanches e Gera fino ai gol su rigore e punizione, più che nel 2008 e nel 2012

Euro 2016: Pellè, Zaza, l'ironia social e la verità su quei rigori

Gli errori dal dischetto in Italia-Germania? Erano scritti nei numeri degli azzurri, quasi tutti inesperti nel tirare dagli 11 metri

Euro 2016, semifinale: oggi Francia-Germania

Le due favorite dal pronostico si incrociano a Marsiglia, ricordando anche i morti di novembre. Arbitra Rizzoli: ecco come seguirla in tv

Commenti