Calcio

Dybala: "Juve, possiamo vincere la Champions"

Presentazione ufficiale per l'ex attaccante del Palermo, che si è detto pronto a raggiungere in bianconero i traguardi più ambiti

dybala 0

Dario Pelizzari

-

L'incontro con la stampa, poi il ritorno in campo in compagnia dei nuovi compagni di viaggio Sami Khedira e Simone Zaza per farsi trovare pronto in occasione del via ufficiale del ritiro bianconero, in programma giovedì prossimo a Vinovo. Per Paulo Dybala - argentino come Carlos Tevez, il campione che ieri ha salutato la Juventus via Twitter con parole al miele ("la Juve mi ha ridato felicità") - è stato stamane il giorno della presentazione ufficiale nella pancia dello Juventus Stadium. Il tempo di prendere misure con la nuova maglia e l'ex attaccante del Palermo ha iniziato a parlare di progetti, ambizioni e... nickname. Il primo acuto è di quelli che fanno sognare a occhi aperti: "L'anno scorso la Juventus ha fatto una stagione incredibile, puà fare ancora meglio quest'anno vincendo la Champions".

Il secondo è un tributo diretto a uno dei suoi miti del pallone, quel Tevez con il quale sarebbe stato felicissimo di dividere lo spogliatoio: "Quello che ha fatto nelle due stagioni alla Juve ha dell'incredibile - ha detto il 22enne di Laguna Larga - ha vinto tantissimo, segnato molti molti gol. Io il suo erede? Posso fare il trequartista, l'attaccante o la prima punta, dipende cosa mi chiederà il mister". Dybala vestirà la casacca numero 21, perché la 9 è già sulle spalle di Morata. Tevez era l'Apache, lui un campioncino in cerca di gloria. "Quando ho iniziato in Argentina, un giornalista mi ha dato il soprannome 'La Joya', il gioiellino. E' quello che preferisco. Poi a Palermo mi hanno chiamato 'U Picciriddu'". Consuetudini e tradizioni. 

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Zamparini: "Marotta mi ha chiesto Dybala, glielo darei volentieri"

Il presidente del Palermo ammette la trattativa con la Juventus per l'attaccante argentino

Palermo, Cassini si presenta: "Pronto a raccogliere l'eredità di Dybala"

Il trequartista brasiliano di 19 anni arriva dal Corinthians: "Il calore della Sicilia è come quello del Brasile, sono pronto"

Commenti