Calcio

Dybala contro Higuain, gol record verso lo scudetto

Il duello tra Juventus e Napoli con i gol dei due argentini. Che cercano di battere primati storici...

FBL-ITA-SERIEA-UDINESE-JUVENTUS

Giovanni Capuano

-

Gonzalo Higuain contro Paulo Dybala. Il giovane e il vecchio (calcisticamente parlando) che stanno trascinando Napoli e Juventus in una lotta scudetto che passa soprattutto dai loro gol e che incendia il campionato. Gonzalo segna una doppietta e scaccia i fantasmi del Sassuolo? Ecco la risposta di Paulo: due gol a Udine e decima vittoria consecutiva per i bianconeri.

Una corsa entusiasmante di due attaccanti diversi per età e modo di giocare (probabilmente farebbero la fortuna di qualsiasi allenatore schierati insieme) con sullo sfondo un sogno in comune: lo scudetto.

La classifica dice Napoli e Higuain, ma siamo solo a metà del percorso e nell'agenda è già segnata col circoletto rosso la data del 13 febbraio ore 20,45 quando la squadra di Sarri salirà allo Stadium a fare visita a quella di Allegri. Non sarà un match decisivo, ma potrebbe essere la notte del sorpasso o dell'allungo. In ogni caso sarà la notte di Gonzalo e Paulo.

Higuain con i suoi 20 gol nelle prime 20 giornate sta puntando dritto al record dei record, quello dei 33 gol in un campionato di Angelillo che risale all'ormai antico 1959. Dopo le prime 20 giornate l'argentino dell'Inter era a quota 25, salvo piantarsi un po' nella retta finale. Oppure l'obiettivo sono i 35 di Nordhal con il Milan 1949-1950 (serie A a 20 squadre).

Dybala è già a quota 11 che sono tantissimi per un ragazzo di 22 anni appena sbarcato a Torino. Anzi, sono un numero che lo mette nella top 10 dei migliori under 23 bianconeri di sempre dominata da tale Borel II, le cui prodezze affondano però le radici negli anni Trenta, e dove l'unico giocatore di era recente a poter contare su una quantità simile è un certo Alex Del Piero (14 nel 1997-1998 dopo 20 giornate).

Roba da lucidarsi gli occhi, insomma. Presto Higuain e Dybala potrebbero davvero giocare fianco a fianco con la maglia dell'Argentina. Conte si starà mangiando le mani pensando al rifiuto di Paulo per la nazionale azzurra, ma forse è giusto così visto che si sentiva argentino e non italiano.

Il punto sulla 20a giornata

* La Juventus passa facile a Udine (4-0) grazie anche ai tanti errori difensivi dei friulani: decima vittoria consecutiva e sorpasso sull'Inter al secondo posto in classifica completato.

* Grande Higuain e Napoli solido nel 3-1 contro il Sassuolo che aveva spaventato il San Paolo dove gli azzurri hanno raccolto 26 punti su 30 costruendo buona parte del loro primato. Per il Napoli è la quarta vittoria di fila e l'ottava in casa.

* L'Inter rallenta a Bergamo: 1-1 grazie alle parate di Handanovic. Mancini se la prende con gli errori dei suoi giocatori che hanno raccolto 4 punti nelle ultime 4 e sono in un periodo di evidente flessione. Poche reti segnate (25 in tutto) e qualcuna di troppo concessa dietro.

* Si salva Mihajlovic con il 2-0 alla Fiorentina (Bacca e Boateng) nella domenica dell'ultima spiaggia per il tecnico serbo. In tribuna non c'era Berlusconi che non ha avuto modo di salutare un certo Antonio Conte, visto con Galliani...

* La Roma non decolla nemmeno con Spalletti e pareggia all'Olimpico (sempre vuoto) contro il fanalino di coda Verona. Delude Dzeko, condizione fisica che si conferma approssimativa e novità di schieramento ancora non funzionali.

* Pavoletti è l'uomo copertina per il Genoa: doppietta nel 4-0 al Palermo con semirovesciata da antologia. E' l'attaccante italiano più in forma del momento con 5 reti nelle ultime 3 partite e la nazionale potrebbe essere nel mirino.

* Rimonta della Lazio a Bologna: da 2-0 a 2-2 in un finale in cui si rivedono Klose e Lulic, ovvero due delle colonne su cui Pioli aveva costruito la cavalcata della passata stagione.

* Il Torino si risveglia con l'arrivo di Immobile, subito in gol contro il Frosinone nella serata del suo secondo debutto in maglia granata. Doppietta di Belotti preferito a Quagliarella che, però, ha fatto pace con i tifosi.

* Bel pareggio tra Chievo ed Empoli (1-1) che lascia entrambe in zone tranquille della classifica. Per Paloschi gol numero 50 della carriera in serie A.

* Il Carpi batte la Sampdoria (2-1) e si avvicina al Palermo che significa salvezza. La distanza ora è di sole 4 lunghezze e gli emiliani stanno crescendo come rendimento.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Serie A 2015-2016: il tabellone del calciomercato

Tutti gli acquisti e le cessioni nel mercato invernale delle 20 squadre di serie A

Serie A 2015-16: il tabellone finale del calciomercato invernale

Gli acquisti, le cessioni e i prestiti più importanti in entrata e in uscita delle 20 squadre di A nella sessione di mercato di gennaio

Commenti