Di Maria da record? Nel 1995 fu pagato 35 palloni

L'argentino acquistato dal Manchester è il terzo giocatore più costoso della storia del calcio ma ad inizio carriera... Figuraccia Utd, fuori contro il Milton KD

Il primo cartellino di Di Maria con il Rosario Central

Matteo Politanò

-

La Manchester che tifa Red Devils non fa altro che pensare a Di Maria. Prima di tutto perché l'argentino del Real è il giocatore più pagato nella storia del club, secondo perché la squadra di Van Gaal è reduce da 1 punto in due partite di Premier e dall'umiliante sconfitta in coppa contro il Milton KD. L'esterno nato a Rosario ha sulle spalle un'eredità non da poco: ha scelto la maglia numero 7, quella che fu di George Best, Eric Cantona e Cristiano Ronaldo. Per lui contratto quinquennale con un ingaggio da 8 milioni di euro netti a stagione per un'operazione complessiva che allo United costerà oltre 140 milioni di euro. Incredibile se si considera la storia di Di Maria, nato nel 1988 e capace di stregare gli osservatori di mezzo mondo già in tenera età. I primi a mettere gli occhi su di lui furono però i tecnici del Rosario Central, la squadra della sua città, che se lo accaparrò pagando 35 palloni alla squadra locale del Torito. Il piccolo fenomeno aveva solamente sei anni ma la sua straordinaria capacità nel dribbling aveva già lasciato intendere la sue enormi capacità. Da 35 palloni a 75 milioni di euro... Se adesso si provasse a pagare Di Maria in palloni (scegliendone il più costoso della Nike da 150 dollari) ce ne vorrebbero 660 mila... 

© Riproduzione Riservata

Commenti