Fiorentina vendita Della Valle
Calcio

I Della Valle mettono in vendita la Fiorentina: perché?

Comunicato durissimo della proprietà dopo le contestazioni dei tifosi. Storia di un amore (difficile) lungo 15 anni...

La Fiorentina è in vendita, dopo 15 anni i fratelli Della Valle sono pronti a fare un passo indietro. Anzi, lo sollecitano in prima persona con un comunicato durissimo con il quale hanno annunciato l'intenzione di cedere la società mettendola a disposizione di chi "voglia acquistarla per poterla poi gestire come ritiene più giusto fare".

Non solo l'apertura verso l'addio, ma anche un messaggio fortemente polemico verso Firenze, i tifosi e l'imprenditoria fiorentina che da mesi criticano i Della Valle per la conduzione del club accusandoli di non fare investimenti adeguati e di non avere un progetto di crescita se non quello legato all'operazione stadio, incagliata da anni.

In questo senso vanno letti i passaggi del comunicato in cui si fa riferimento sarcastico e diretto al "progetto fatto da fiorentini veri", messo tra virgolette, e alla necessità di trovare qualcuno che "voglia veramente bene alla Maglia Viola". Scritto maiuscolo per sottolinearne il valore.

Perché Firenze e i Della Valle non si sono mai amati

Non è la prima volta che i Della Valle e la città di Firenze arrivano ai ferri corti. I fratelli sono alla guida della società dall'agosto 2002 quando sono intervenuti per farla rinascere dalle sue ceneri dopo il fallimento dell'era Cecchi Gori. La loro parabola è stata in crescita dalla serie C2 al ritorno in A e all'Europa. Risultati soddisfacenti sul campo con il picco della doppia qualificazione alla Champions League con un ottavo di finale raggiunto con Prandelli in panchina.

Le speranze di tornare vincenti - La Fiorentina dei Della Valle, però, non è mai riuscita a fare l'ultimo passo per cercare di tornare vincente. La gestione della società è stata fisiologicamente oculata per evitare i problemi del passato e la concorrenza si è fatta più forte col passare degli anni. I tifosi hanno letto spesso queste scelte come una non volontà di investire e di speculare, i Della Valle si sono sempre difesi sottolineando le condizioni di partenza.

Fiorentina e marchigiani - Nel confronto ha giocato sempre un ruolo anche la provenienza non fiorentina della famiglia Della Valle, l'essere venuti da fuori che nei momenti di tensione ha rappresentato quasi una colpa imputata dalla tifoseria agli imprenditori. La risposta? Senza di noi non ci sarebbe più stato il club e la storia della Viola si sarebbe interrotta nel modo meno glorioso possibile.

Le difficoltà sul progetto cittadella dello sport - Di certo i Della Valle sono rimasti scottati nei tanti tentativi di dotare la Fiorentina di una cittadella sportiva. A marzo è stato presentato un nuovo progetto con l'idea di arrivare al 2021 e la speranza di non trovare gli ostacoli del passato. Anche questa mossa, però, è stata spesso interpretata come la volontà di fare soldi con investimenti immobiliari usando lo scudo della Fiorentina.

Quanto hanno speso i Della Valle per la Fiorentina

Di sicuro il rapporto tra la famiglia Della Valle e la Fiorentina è stato costoso. Quanto? La società ha chiuso solo tre volte il bilancio in utile dal 2003 al 2016 e per pochi spicci: +4,4 milioni nel 2009, +1,1 nel 2012 e + 1,4 nel 2013. poi solo passivi con interventi della proprietà per garantire la continuità aziendale.

Il bilancio complessivo è negativo per 152 milioni di euro e i Della Valle hanno immesso nella Fiorentina capitali per 221 più una cinquantina sotto forma di presiti. L'impegno, dunque, c'è stato e ingente anche se non sufficiente numericamente per stare al passo con la Juventus e con le altre big.

La domanda è: poteva accadere? Probabilmente nel calcio globalizzato di oggi la risposta è no. Ma il legame tra i tifosi e i Della Valle si è spezzato da tempo. Ora si tratta di vedere se c'è qualcuno, fiorentino o no, disposto a raccogliere la pesante eredità mentre la squadra viene rifondata con la partenza dei pezzi migliori.

E' stata l'ultima goccia che ha fatto traboccare il vaso o, forse, una scelta ponderata dei Della Valle che avevano immaginato di aprire un nuovo ciclo per la Fiorentina. Da mesi i rumors sulla volontà di cessione di giravano. Adesso è il momento di capire chi avrà la voglia di farsi avanti.

© Riproduzione Riservata

Commenti