Del Piero: “Tornare alla Juve? Sì, ma solo da giocatore”

L’ex juventino parla del momento della Serie A e si lascia scappare una battuta sul suo futuro. In Italia, o magari in Qatar.. - Fotostoria

– Credits: ANSA

Teobaldo Semoli

-

“Non vedo l’ora di tornare in Italia ma se dovessi tornare alla Juve lo farei solo da giocatore”.

E’ a migliaia di chilometri di distanza ma a sentirlo parlare sembra che Alessandro Del Piero non se ne sia mai andato dall’Italia. In collegamento video in occasione della presentazione della partnership tra la Serie A e Save The Dream, che promuove il comportamento etico nello sport e di cui Alex è ambasciatore, l’ex capitano juventino fa il punto sulla sua vita in Australia e stuzzicato dai giornalisti si lascia scappare un paio di battute sul suo futuro: “In Australia sto bene, anche perché non ci sono i giornalisti italiani – scherza il numero 10 – ma mi mancano gli amici e parte della mia famiglia. Se sarò ancora in grado di farlo in un certo modo potrei anche continuare a giocare. Alla Juve penso ancora ma se dovessi tornare non potrei mai accettare un ruolo in società. Potrei tornare solo da giocatore”.

Del Piero ha speso un pensiero, da italiano all’estero, per il momento del nostro calcio, fuori dalla Champions e che rischia di sprofondare sempre più in basso nel ranking UEFA: “All’estero c’è sempre una grande attenzione per la Serie A ma è inutile negare che dal punto di vista dei risultati e dell’appeal siamo in difficoltà. Oggi purtroppo ci sono realtà, come quella spagnola, inglese e ora francese, con cui è difficile competere. Noi italiani però, nei momenti di difficoltà, siamo in grado di tirare fuori un cuore che altri non hanno... “.

La testa di Alex sembra quindi ancora saldamente proiettata sul campo, anche se dice di trovarsi bene nel ruolo di ambasciatore dei prossimi Giochi Asiatici: “E’ sicuramente un grande onore, anche perché in quel mercato il nostro calcio è ancora molto riconosciuto e quindi penso di poter dare una mano all’Italia in termini di visibilità. Per ora non ho mai pensato di giocarci ma in Qatar ho un amico (Mohammed Hanzab, presidente dell'International Centre for Sport Securitypromotore del progetto Save the Dream) che me lo chiede in cotinuazione.

© Riproduzione Riservata

Commenti