Coman
Calcio

Coman, il talentino va al Bayern: alla Juve 28 milioni

Plusvalenza da record per i bianconeri: ceduto il francese. Soldi investiti per arrivare a Draxler

Guardiola l'ha cercato e chiesto per tutta l'estate e alla fine la Juventus è capitolata: Kingsley Coman va al Bayern Monaco con un'operazione che porterà nelle casse della Juventus una pioggia di denaro da reinvestire per chiudere gli ultimi colpi in entrata e dare ad Allegri la rosa che chiede. La formula è quella del prestito con obbligo di riscatto: 5-6 milioni subito, come garanzia che i bavaresi si impegnano a chiudere poi il cerchio, e 22-23 al momento dei riscatto. In tutto fa 28 milioni che a bilancio verranno inseriti come plusvalenza secca, essendo arrivato Coman a parametro zero dal Psg nel luglio 2014. Era poco più che maggiorenne, ma aveva alle spalle già un'importante carriera nelle nazionali giovanili transalpine.

Nella Juventus Coman ha giocato poco ma non pochissimo per un ragazzo della sua età: 22 presenze e una rete. Per Allegri era un'opzione importante dell'attacco, come dimostrato anche dalla scelta di schierarlo titolare nella Supercoppa a Shangai lo scorso 8 agosto e alla prima di campionato contro l'Udinese. Le logiche del mercato, però, impongono che se un club come il Bayern offre quasi 30 milioni per un ragazzo del 1996 è impossibile resistere. E' la politica della Juventus e di tante altre società, una politica che fin qui ha reso sia sul campo che nei conti: come anticipato da Panorama, infatti, la Juventus chiuderà il bilancio 2014-2015 con un utile di circa 3 milioni di euro.

Juve, bilancio da record: verso utili per 3,5 milioni di euro

Il sacrificio del talentino Coman servirà per consegnare a Marotta il budget adeguato per chiudere la campagna acquisti e avrà benefici che si sentiranno anche su quella della prossima estate, perchè la plusvalenza ricadrà sull'esercizio 2015-2016 rendendo già da oggi più semplice muoversi per i dirigenti bianconeri. 

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti