Calcio

Chi è Zhang Jindong, padrone dell'impero Suning e dell'Inter

L'imprenditore successore di Thohir è a capo di un colosso cinese dell'elettronica, ma anche di molto altro...

CHINA-ECONOMY-INTERNET-RETAIL-MERGER

Matteo Politanò

-

Il nome nuovo dell'universo Inter è quello di Zhang Jindong, presidente e fondatore del colosso cinese di elettrodomestici Suning Commerce Group, nuovo possibile socio di maggioranza del club nerazzurro. Uno degli uomini più ricchi di Cina, Zhang Jindong ha una storia da "self-made man", partito dalla remota provincia di Anhui per arrivare alla alla costruzione di un impero economico stimato in 15,3 miliardi di euro. 

Nasce l'Inter targata Suning: "Grande progetto, torneremo magnifici"
 
Cinesi, russi e arabi: chi sono i nuovi padroni del calcio in Europa

Il primo negozio con il fratello

Zhang Jindong è nato nel 1963 in Cina, ad Anhui, la più povera delle province nel corso del fiume azzurro dell'est. Dopo essersi laureato in letteratura cinese all'università di Nanjing ha lavorato in una fabbrica di tessuti dal 1985 al 1989. Nel 1990 decide di cambiare strada e di mettersi in proprio poco lontano da casa, aprendo con il fratello Zhang Guiping un rivenditore di condizionatori e derivati. A soli 20 minuti di distanza dal negozio c'è lo Nanjing Olympic Sport Center, lo stesso stadio che 25 anni dopo diventerà quello della sua squadra di proprietà, lo Jiangsu Suning.

La nascita dell'impero Suning

Mentre il fratello Guiping si sposta nel settore immobiliare Zhang si mette in proprio e la sua attività si espande progressivamente grazie ad intelligenti accordi di distribuzione e produzione. In 15 anni il negozio di Jindong si trasforma così nella Suning, multinazionale da 1700 negozi e 13 mila dipendenti tra Cina, Giappone e Hong Kong che fattura oltre 15 miliardi di euro, nona azienda di tutta la Cina. Quotata in borsa nel 2004 è stata la prima società straniera di sviluppo e ricerca a posizionarsi nella Silicon Valley nel 2013 ed è proprietaria del 20% di tutto il mercato cinese dei prodotti elettronici.

Proprietario anche dell'emittente PPTV

Tra le proprietà attuali di Jindong c'è anche PPTV, popolare televisione on line cinese che trasmette soprattutto show ed eventi sportivi dove il ricco imprenditore ha investito oltre 350 milioni di euro. 

Le altre attività di Zhang Jindong

Oltre alla Suning e a PPTV Zhang Jindong ha investimenti anche in una società on line di servizi di fornitura di materie prime, nella Citicall, società  di commercio al dettaglio con base ad Hong Kong, nella Laox, società di commercio al dettaglio, e nella Red Baby, azienda dedicata ai prodotti per bimbi e mamme. Zhang Jindong ha anche un patrimonio personale stimato in 4 miliardi di dollari, cifra che lo rende il 28° uomo più ricco della Cina e il 403° al mondo secondo la rivista americana Forbes.

Gli investimenti nel mondo calcio

La Suning ha previsto nel suo piano d'espansione un forte investimento nel mondo del calcio. Il primo passo è stato quello di acquistare per 83 milioni di dollari lo Jiangsu, squadra della Superleague cinese che è stata rinominata così Jiangsu Suning (e che ora è allenata da Dan Petrescu). L'Inter ha avuto già a che fare con i suoi vertici dirigenziali in occasione della tentata cessione di Guarin, poi saltata per il mancato accordo tra club e giocatore. Un primo contatto con la società di Thohir per valutare un'operazione ben più ambiziosa: l'ingresso nel calcio europeo, che parrebbe ora essere sul punto di concretizzarsi con l'acquisizione del pacchetto di maggioranza dell'Inter.


© Riproduzione Riservata

Commenti