Giovanni Capuano

-

Ci sono quattro squadre inglesi su otto, a dimostrazione della forza della Premier League che comanda la classifica dei fatturati nel calcio europeo e che dopo un lungo periodo senza riscontri sul campo sta tornando a comandare. Manca il Real Madrid che ha alzato al cielo le ultime tre Champions League, mancano i miliardi del Psg e ci sono un paio di outsider inattese come Ajax e Porto.

Il sorteggio di Nyon che disegnerà la strada fino alla finale di Madrid del 1° giugno rappresenta un momento chiave della stagione. C'è una certa differenza tra pescare le big (Barcellona, Manchester City e Liverpool in ordine di forza) e giocarsi i quarti di finale con una delle sorprese. A questo livello non esistono avversari morbidi, ma non è obbligatorio dover passare per forza da tutte finali anticipate e il confronto con l'Atletico Madrid negli ottavi è già stato fonte di stress per la Juventus.

La classifica per ranking e fatturato

La curiosità è che gli ottavi di finale hanno prodotto un'autentica strage di club che, secondo il ranking Uefa, sono davanti a tutti. Fuori Real Madrid (primo nei coefficenti europei), Bayern Monaco (2°) e Atletico Madrid (4°, ci sono solo 4 della Top10 e mettendo in fila le magnifiche otto secondo i punteggi Uefa la Juventus ha davanti a sè solo il Barcellona che è 3° contro la 5° posizione dei bianconeri.

Seguono Manchester City (7°), Porto (9°), Manchester United (15°), Liverpool (16°), Tottenham (18°) e Ajax (22°). Sulla carta una Champions League minore, nella realtà non è così e per rendersene conto basta incrociare un altro parametro ben più significativo rispetto al ranking Uefa.

Se il riferimento è, infatti, la potenza economica dei club ecco che il quadro racconta una realtà diversa. Il Barcellona è la squadra più ricca sopravvissuta (2° nella classifica Deloitte per fatturato) e ci sono ben 5 società che entrano nella Top10 con presenza massiccia delle inglesi: Manchester United (3°), Manchester City (5°), Liverpool (7°) e Tottenham (10°).

La Juventus con la sua 11° posizione è soltanto la sesta del gruppo e le due outsider hanno compiuto un'impresa; Ajax e Porto non compaiono nemmeno nelle prime 30 e hanno una forza economica nettamente inferiore rispetto alle altre. La storia recente della Champions League dice che dai quarti in poi è difficile che ci sia spazione per la Cenerentola contro le multinazionali. Dal sorteggio di Nyon capiremo se il 2019 rappresenterà la conferma o un'eccezione.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Il Real Madrid è il club più ricco del 2018. Italia fuori dalla Top10

Nella tradizionale classifica Deloitte comanda la Spagna. Il peso dei diritti tv della Premier League e la Juventus che scivola 11°

Juventus-Atletico; la notte della vittoria e delle scuse ad Allegri

Juventus, che impresa! La notte di Ronaldo e Allegri

Tripletta del portoghese che cancella le critiche. Ma per eliminare l'Atletico Madrid decisivo anche il coraggio del tecnico

Commenti