Calcio

Folle Champions League, così non va: sarà un sorteggio ad alto rischio

Le nuove regole condannano a scontri tra big anche vincendo il girone. Tutti i possibili avversari di Juventus e Napoli

juventus-dinamo zagabria champions league

Giovanni Capuano

-

Caro Platini, la Champions League che hai lasciato in eredità non funziona. E' colpa (o merito) dell'ultima riforma voluta da Le Roi prima di abbandonare l'Uefa se nell'urna del sorteggio per gli ottavi di finale ci sarà da tremare con il concreto rischio di dover salutare a febbraio qualche big che meriterebbe di provare a giocarsela fino in fondo. Il meccanismo delle teste di serie legate alla vittoria nel proprio campionato, insieme a qualche sorpresa come la cavalcata del Leicester nella passata stagione, ha prodotto un paradosso.

Nell'urne delle seconde sono scivolate alcune delle favorite per il successo finale come Real Madrid, Bayern Monaco, Manchester City e Psg. Ma anche le alternative sarebbero state di lusso: Borussia Dortmund, Atletico Madrid, Barcellona e Arsenal. Insomma, comunque la si voglia vedere una formula suicida che penalizza lo spettacolo e per salvarsi dalla quale bisogna solo sperare che la buona sorte guidi la mano di chi estrarrà le palline che si accoppiano per gli ottavi.

Ecco le possibli avversarie per Juventus e Napoli

Il discorso non vale solo per le italiane, anche se Juventus e Napoli possono ben dire di essre state beffate. Entrambe prime nei rispettivi gironi, come non capitava a due italiane contemporaneamente dal 2009, le nostre squadre temono sfide probitive un po' come l'anno scorso quando a febbraio la Juve finì con il Bayern Monaco e la Roma con il Real Madrid. Allora, però, fu prodotto del girone chiuso secondi e di un pizzico di sfortuna al momento del sorteggio. Ora può accadere a prescindere.

La Juventus potrà trovare una tra Real Madrid, Bayern Monaco, Manchester City, Psg, Porto, Benfica o Bayer Leverkusen. Tra le prime quattro e le ultime tre passa un mare di differenza e Allegri dovrà usare tutto lo stellone a disposizione per non essere costretto ad affrontare una finale anticipata. Per il Napoli le avversarie sono sempre Real Madrid, Bayern Monaco, Manchester City, Psg, Porto, Bayer Leverkuse e Siviglia che è terminato secondo alle spalle della Juve e non potrà difendere il titolo in Europa League.

Le buone notizie per le italiane

A preoccuparsi dovranno essere anche le nostre avversarie potenziali. A Madrid hanno accolto con un sospiro di sollievo lo scivolamento nella seconda fascia, che porta a un sorteggio più morbido. Nell'urna delle vincitrici ci sono, infatti, oltre a Juventus e Napoli anche Barcellona, Atletico Madrid (che però non potranno incrociare i blancos), Arsenal, Borussia Dortmund, Monaco e Leicester.

Il primato della Juventus è condito da un paio di numeri su cui riflettere in chiave europea: i 10 gol stagionali di Higuain a inizio dicembre, pur con un avvio di stagione non felicissimo, e le sole 2 reti subite nei primi 540 minuti, come Atletico Madrid e Copenaghen. La difesa di Allegri è solida come quella del Cholo Simeone e questa è la miglior garanzia di competitività. Il Napoli ha chiuso primo come mai nella sua storia e lo ha fatto giocando quasi tutto il girone senza Milik e Albiol nell'anno zero dopo Higuain. Un record che va riconosciuto a Sarri.

© Riproduzione Riservata

Commenti