Calcio

Atletico Madrid: chi è l'avversaria del Milan

I segreti offensivi ma anche difensivi della squadra di Simeone, che affronterà i rossoneri negli ottavi di finale di Champions League

I giocatori dell'Atletico Madrid festeggiano dopo un goal: in Liga stanno andando a gonfie vele, primi in classifica a pari punti con il Barcellona. – Credits: Ansa.

Allenato da Diego Simeone, vecchia conoscenza del calcio italiano, l'Atletico Madrid è oggi in testa alla classifica della Liga a pari punti (43 in 16 partite) con il Barcellona. Si è qualificato agli ottavi di Champion League vincendo il girone G, che includeva anche Zenith San Pietroburgo, Porto e Austria Vienna. 

Goleador di stagione è Diego Costa, autore sinora di 15 reti e capocannoniere della Liga, ma la retroguardia rossonera dovrà guardarsi anche da Villa (8 goal in tabellino) e Raul Garcia (6), molto spesso innescati da un gioco offensivo che parte da improvvise aperture sulla fascia dopo aver sbilanciato i difensori avversari con una serie di finte tattiche.

In difesa, invece, l'Atletico Madrid ha la prerogativa di marcare sì a zona, ma con particolari adattamenti voluti da Simeone che generano spesso una marcatura a uomo: maglie strette, insomma, per un bunker in cui Balotelli & Co. dovranno essere bravi a trovare qualche spazio offensivo. 

Soprannominati "colchoneros", ovvero "materassai", per le strisce verticali bianche e rosse delle maglie che ricordano appunto la colorazione dei materassi di una volta, quelli dell'Atletico Madrid vantano in bacheca 9 titoli e 10 Coppa del Re (l'ultima delle quali conquistata lo scorso maggio battendo 2-1 gli "odiati" cugini del Real Madrid), mentre a livello internazionale hanno conquistato nel lontano 1962 una Coppa delle Coppe contrio la Fiorentina, mentre nel recente passato hanno vinto 2 Europa League (2010 e 2012) e 2 Supercoppe europee (nel 2010 superando l'Inter e nel 2012). Nel 1974 l'Atletico ha vinto anche una Coppa Intercontinentale giocata al posto del Bayern Monaco, che pochi mesi prima aveva superato gli spagnoli in Coppa dei Campioni dopo ben due partite di finale: la prima si era infatti conclusa sull'1-1, con i madrileni che furono raggiunti a pochi secondi dal fischio finale dopo essere passati in vantaggio a metà del secondo tempo supplementare. 4-0, invece, fu il risultato a favore dei tedeschi nella ripetizione.

Quella tra Milan e Atletico Madrid è una sfida del tutto inedita.

© Riproduzione Riservata

Commenti