Calcio

Cellino rinviato a giudizio per l'Is Arenas

L'ex presidente del Cagliari chiamato a rispondere per i lavori di costruzione dell'impianto che ospitò la squadra sarda nella stagione 2012-13

d

Dario Pelizzari

-

Massimo Cellino, ex presidente del Cagliari calcio, è stato rinviato a giudizio con altre nove persone (tra le quali, il sindaco di Quartu Sant'Elena, Mauro Contini) nell'ambito dell'inchiesta sui lavori di costruzione dello stadio di Is Arenas, che ospitò 14 partite della squadra sarda nella stagione 2012-13. La richiesta, firmata dal pubblico ministero Enrico Lussu, arriva dopo la chiusura delle indagini da parte della Procura di Cagliari il 20 gennaio scorso. Il rinvio a giudizio - come scrivono oggi i quotidiani L'Unione Sarda e La Nuova Sardegna - segue la chiusura delle indagini da parte della Procura di Cagliari, storia del 20 gennaio scorso. Nessuno degli indagati, infatti, ha da allora depositato memorie o chiesto di essere interrogato. Tra i destinatari dei 415 bis, oltre a Cellino e al sindaco Contini, c'erano anche l'assessore di Quartu, Stefano Lilliu, i dirigenti dello stesso Comune, Andrea Masala e Pierpaolo Gessa, l'imprenditore Antonio Grussu, oltre a progettisti e geometri comunali e della ditta che si occuparono dei lavori di ristrutturazione dell'impianto. Le ipotesi di reato vanno dal tentato peculato, al falso, alle violazioni urbanistiche e ambientali.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Cellino non può essere proprietario del Leeds United

Questa la decisione della Football League dopo la condanna per evasione fiscale del patron del Cagliari. Che ora ha due settimane per fare ricorso

Il Cagliari resta a Cellino, gli americani sono spariti nel nulla

Settimana scorsa il presidente aveva annunciato la fumata bianca ma ad oggi il fondo Usa non ha versato la caparra di 10 milioni 

"la Pallonata": da Balotelli a Cellino, quando Italians do it better

Export in crisi? Non è vero. Il calcio ha mandato in Inghilterra Balotelli e Cellino. Solo che adesso ce li vogliono mandare indietro...

Commenti