Calcio

Cassano indagato per evasione fiscale

Contestata una dichiarazione dei redditi infedele del 2006, ai tempi dell'ingaggio con il Real Madrid, per un totale di 3 milioni di euro

Antonio Cassano

Redazione

-

Antonio Cassano è indagato per evasione fiscale.
La notizia è stata anticipata oggi dal quotidiano La Repubblica. Il sostituto procuratore Antonino Di Maio contesta al talento di Bari un'evasione di 3 milioni di euro sull'ingaggio percepito dal Real Madrid.
In pratica, si legge nell'articolo, per il pubblico ministero, Cassano sarebbe responsabile di una dichiarazione infedele ai danni dell'erario nel 2006.

"Se per il fuoriclasse barese - è scritto tra l'altro su Repubblica- l'evasione fiscale, per cui è indagato, rappresenta l'ennesima 'cassanata' lo si scoprirà a breve. Per ora il sostituto procuratore Antonino Di Maio si appresta a chiudere le indagini nei confronti del talento, poi spetterà al gup decidere se spedire a processo Cassano".

"Cassano è comunque in ottima compagnia - è scritto ancora nell'articolo- Perché altri celebri numeri dieci hanno avuto, come lui grane col fisco.

Si va da Diego Armando Maradona a Lionel Messi per arrivare ad un altro "fantasista", in questo caso delle due ruote, Valentino Rossi.

E se il campione di Tavullia alla fine ha trovato un accordo col fisco italiano versando 35 milioni di euro, per la maxi evasione dal 2001 al 2006, Maradona ha invece deciso di dichiarare guerra a Equitalia. Tanto che il "Pibe de oro" si è guadagnato il processo, con prima udienza fissata per il 19 luglio del 2016, per diffamazione. Maradona accuso' l'allora numero uno della società incaricata della riscossione dei tributi, Attilio Befera, 'di essere vittima di una strumentale persecuzione'".
(Ansa)

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Antonio Cassano: "Il calcio mi manca da morire ma ho detto no al Bari"

Dalle Maldive, dove è in vacanza con la moglie Carolina, il fantasista torna a parlare di passato e futuro

Torino: da Cairo un "no" a Cassano

Il n°1 del club granata chiude a qualsiasi ipotesi di ingaggio del fantasista. E si difende dalle accuse dei tifosi di avere il "braccino corto"

Commenti