Calcio

Carpi, Castori esonerato: il perché della fine della storia

Via il tecnico della promozione in serie A, arriva Sannino. La prima panchina salta dopo 6 giornate, ma in Italia si esonera sempre meno

Carpi FC v FC Internazionale Milano  - Serie A

Giovanni Capuano

-

Fabrizio Castori non è più l'allenatore del Carpi. Fine della storia del tecnico dei miracoli, capace di portare in serie A un club minuscolo e protagonista di una scalata incredibile di cui l'allenatore era stato artefice e protagonista insieme alla società. Esonero maturato per la pessima partenza della squadra in campionato - solo 2 punti nelle prime 6 giornate -, ma che affonda le radici anche in un'estate difficile. Forse il feeling con il nuovo ds Sogliano, arrivato a Carpi in sostituzione di Giuntoli passato al Napoli, non era mai scattato pienamente.

Sulla panchina di Castori, che gli amici raccontano dispiciuto per la decisione di una società dalla quale si aspettava un trattamente diverso, arriva Giuseppe Sannino la cui ultima comparsa alla guida di una squadra di serie A risale all'autunno del 2013: 6 punti in 12 giornate con il Chievo ed esonero da ultimo in classifica. Poi il Watford in Championship, abbandonato il 31 agosto 2014 per motivi personali ma con un'ottima partenza nella Championship, e l'avventura con il Catania con il subentro al posto di Pellegrino e il successivo nuovo addio.

A scegliere è stato Sogliano, che conosce bene Sannino avendolo avuto a Varese. L'esonero di Fabrizio Castori è il primo della stagione in serie A e arriva alla sesta giornata, con 90 minuti d'anticipo rispetto a quanto accaduto un anno fa a Corino, giubilato dal Chievo per far posto a Maran. In generale è il segno di una maggiore attenzione delle società a non gettare al vento soldi con continui e spesso infruttuosi cambi di panchina.

Lo confermano anche i numeri. Se si prende in considerazione l'arco temporale che va dalla stagione 2010-2011, infatti, i 7 esoneri di un anno fa rappresentano di gran lunga il dato migliore della serie che ha il record nei 18 cambi del 2011-2012, ma è stata sempre molto alta: 15 nel 2013-2014 e 13 nel 2012-2013 e 2010-2011.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Emergenza Roma, ma contro il Bate non si può sbagliare

Infortuni, rosa corta e polemiche zittite solo temporaneamente: Garcia cerca continuità in Champions League

Commenti