Manchester United: pronte per Ronaldo 300 mila sterline a settimana

Approfittando del mal di pancia del portoghese, non più in cima agli ingaggi del Real Madrid, i Red Devils provano a farlo tornare in Premier League

Cristiano Ronaldo ai tempi del Manchester United – Credits: MIDA/ANSA

Matteo Politanò

-

La notizia del giorno sui giornali inglesi è la voce che associa nuovamente il futuro di Cristiano Ronaldo a quello del Manchester United. L'asso portoghese, 84 reti con i Red Devils in 198 partite prima di partire per la Spagna, si è visto superare nella classifica degli ingaggi planetari e il suo malumore delinea gli scenari della prossima estate. Il futuro di Ronaldo potrebbe infatti tornare a parlare l'inglese della Premier League, campionato a cui il giocatore è sempre stato legato così come per la città di Manchester dove CR7 passa molto del suo tempo libero e dove ha mantenuto una villa da 6 milioni di euro. Secondo il portavoce dell'agenzia di scommesse William Hill Joe Crilly le probabilità di successo della trattativa sono alte: "Ronaldo ha visto tanti giocatori aumentare il proprio ingaggio e superarlo nei guadagni, la prossima estate potrebbe lasciare Madrid". I Red Devils sognano un suo ritorno e per realizzarlo preparano un'offerta da 300 mila sterline a settimana, meglio delle attuali 290 mila che l'esterno offensivo incassa dal Real Madrid. Attenzione però alle tante concorrenti: CR7 è una macchina da marketing e il Manchester United non è l'unico club a valutale l'investimento a fronte di un massiccio ritorno in pochi anni. Già nella giornata di ieri si è parlato del Chelsea di Mourinho pronto a far parte dell'asta ma anche altre big europee come PSG (destinazione meno gradita al giocatore) e Bayern Monaco hanno portato avanti i contatti con il procuratore Jorge Mendes. 

© Riproduzione Riservata

Commenti