Calcio

Zaza al Milan? Montella progetta il nuovo attacco con Suso e Niang

Come potrebbero giocare i rossoneri se fossero confermate le voci dell'arrivo dal West Ham del 25enne attaccante

milan

Matteo Politanò

-

Torna d'attualità il nome di Simone Zaza in chiave Milan. Come riportato dal The Guardian l'attaccante della nazionale italiana sta per lasciare il West Ham dopo una disastrosa esperienza in Premier League durata sei mesi con 8 presenze e nessun gol segnato. L'attaccante, in prestito in Premier dalla Juventus, sembrava ad un passo dal Valencia ma dopo aver dato il suo consenso al trasferimento in Spagna con Prandelli, l'ex ct azzurro ha dato le dimissioni dal club spagnolo bloccando l'accordo. 

Il giocatore piace anche alla Fiorentina ma nel Milan andrebbe a colmare il vuoto lasciato da Luiz Adriano, ceduto allo Spartak Mosca. Montella vede in lui un'alternativa a Bacca per l'attacco: Zaza è una punta centrale che potrebbe integrare bene il gioco di Suso e Niang, i due esterni offensivi rossoneri, valorizzando i loro inserimenti in area nel 4-3-3. 

L'ultima formazione del Milan nella finale di Supercoppa italiana: 

1057766

Il West Ham ha l'obbligo di acquistare il calciatore a titolo definitivo qualora il calciatore disputi 14 partite ufficiali nel corso della stagione 2016/2017. Ad oggi Zaza di partite ne ha giocate solo 8 e il club londinese si guarda bene dallo schierare ancora l'ex juventino. Adriano Galliani e Beppe Marotta hanno già iniziato a parlarne consapevoli del parere positivo del giocatore, già nelle prossime ore potrebbero esserci clamorose novità. 

Quanto costa Simone Zaza? 

Lo scorso agosto il West Ham ha prelevato in prestito il calciatore a fronte di un corrispettivo di 5 milioni di euro e un successivo obbligo di riscatto a 20 milioni di euro in caso di 14 o più partite disputate in stagione. Secondo l'ampia analisi di Calcio & Finanza la Juventus si è decisa a cedere l'attaccante per una cifra vicina ai 13 milioni di euro, valore che permetterebbe al club bianconero di fare una plusvalenza senza correre il rischio di far svalutare ulteriormente il cartellino. 

© Riproduzione Riservata

Commenti