Come stanno le big della serie A?

Dalla Juventus, Campione d'Italia, al Milan che cerca la riscossa, ecco l'analisi (e le spese) ad un mese dalla fine del calciomercato e dell'inizio del campionato

L'allenatore della Juventus, Allegri, perplesso nell'amichevole con il Cesena – Credits: ANSA/PASQUALE BOVE

Andrea Soglio

-

Manca un mese alla fine del calciomercato ed un mese all'inizio del campionato: c'è anche poi da aggiungere che il calcio d'agosto vale per quello che vale (ricordate le partite tre stagionali della Juventus lo scorso anno? Un disastro, poi arrivarono i 102 punti e lo scudetto). Ma ormai le squadre sono in ritiro dal almeno un paio di settimane e qualche affare è stato fatto. Quindi si può cominciare ad abbozzare una mini pagella, uno stato dei lavori squadra per squadra

JUVENTUS

Un mese fa, pensarlo, sarebbe stata una follia: la Juventus non è la favorita per il prossimo campionato. L'addio di Antonio Conte ha non solo sorpreso, ma di fatto indebolito una squadra che proprio grazie alla grinta del suo allenatore aveva cambiato mentalità (in Italia) conquistandosi 3 scudetti di fila. L'arrivo poi di Allegri lascia aperte molte incognite (vista anche com'era andata a finire la sua esperienza al Milan). C'è ad esempio da risolvere la grana Pirlo che di fatto lo aveva cacciato dal Milan.

Mercato: Evra, Pereyra e Romulo sono buoni giocatori; Morata una scommessa (pagata molto cara). Di sicuro per una squadra che dichiaratamente punta alla Champions League servono innesti di maggiore qualità. Molto, se non tutto, dipende dal caso Vidal: se il cileno dovesse partire il club bianconero avrebbe il denaro sufficiente per lanciarsi alla caccia di una vero bomber di respiro europeo ed un esterno (Cuadrado?)

Spese: 35,8 mln

ROMA

Bel gioco, entusiasmo a mille, ed un grande mercato. Dopo la brillante stagione scorsa la Roma non si nasconde più ed è di fatto la vera antagonista, anzi, la favorita, per il prossimo campionato. L'unica incognita è sulla gestione del doppio impegno (campionato - Champion League) che per Garcia è quasi una novità. In più, rispetto allo scorso anno, potrà recuperare Strootman...

Mercato: Anche quest'anno il "re" del mercato è Walter Sabatini. Lui ha preso Iturbe, Cole, Keita, Astori, soffiandole alle dirette concorrenti. Lui ha costruito un gruppo allargato per una stagione che si annuncia davvero intensa. Difficile che ora possa arrivare qualcun altro. Ma, con Sabatini, mai dire mai.

Spese: 42,8 mln

NAPOLI

Benitez e De Laurentiis sembrano felici, a tratti anche entusiasti, di come sta per partire questa stagione. In realtà rispetto allo scorso anno poco o nulla pare cambiato; Di certo la buona notizia è che Iguain alla fine resterà in azzurro, dopo un'estate di voci di una sua possibile cessione. Restano però molti dubbi sulla struttura ed i limiti della squadra, soprattutto tra difesa e centrocampo.

Mercato: Siamo però convinti che il Napoli non si fermerà a Koulibaly o Michou. Il presidente sogna Fellaini, ma forse serve un giocatore di maggior peso ed esperienza (Xabi Alonso???).

Spese: 10,25 mln

FIORENTINA

Che fa Cuadrado? La prossima stagione della Fiorentina dipende molto, se non tutto, dalla risposta a questa domanda. L'esterno colombiano anche ai Mondiali ha fatto brillare gli occhi a più di un osservatore. Era il sogno di Conte, e non solo... Della Valle vorrebbe trattenerlo ad ogni costo, ma, come lui stesso ha ammesso, "sarà difficile"

Mercato: al momento si segnala solo Basanta. I veri acquisti però per Montella sono il duo Gomez-Pepito Rossi, speriamo davvero recuperati dagli infortuni che di fatto li hanno estromessi dalla scorsa stagione. Se poi dovesse partire Cuadrado ci sarebbe un bel gruzzolo a disposizione per fare spesa (il sogno è Verratti).

Spese: 3,6 mln

INTER

La prima stagione vera dell'era Thohir comincia sotto il segno della continuità (in panchina) e della chiarezza: niente sogni di gloria. Si punta alla qualificazione in Champions e a fare bella figura in europa League, con una squadra quadrata. Le prime uscite hanno mostrato una formazione molto compatta dietro con i soliti limiti di gioco degli anni passati

Mercato: Vidic è già un idolo della tifoseria (ed un affare), M'Vila è tutto da scoprire ma sembra già più dinamico del Cambiasso ultime stagioni e di Kuzmanovic. Poi c'è Osvaldo che dovrà confermarsi ad alto livello dopo stagioni in altalena. Adesso la squadra deve vendere gli esuberi (Kuzmanovic, Guarin, Alvarez) per fare cassa.

Spese: 4,1 mln

MILAN

In casa rossonera c'è un uomo solo al comando: Pippo Inzaghi, l'eroe della Champions League, oggi allenatore, alla sua prima esperienza con una formazione di uomini e non di ragazzini. La sua scelta ha riportato l'entusiasmo dei bei tempi; il suo 4-3-3 promette corsa, attacco, gol e spettacolo. La tournee negli Stati Uniti però ha offerto molte ombre e poche luci, soprattutto per colpa di una difesa che sembra davvero impreparata. Una domanda: riuscirà il tecnico a gestire Balotelli?

Mercato: Fosse partito Super Mario il Milan avrebbe avuto i soldi per qualche acquisto interessante. Saltata la trattativa con l'Arsenal Galliani deve come al solito studiare qualcuna delle sua magie (ad alta resa e basso costo). Menez ed Alex sono due scommesse. Il sogno ora è per un esterno d'attacco di livello assoluto. Sarà Cerci o Lavezzi? Come da tradizione si attende il botto nell'ultima settimana di calciomercato.

Spese: 4,75 mln

LAZIO

Roma, si sa, è Roma. Una città dove il derby vale quanto una stagione. Capita quindi che se i giallorossi scippano Astori sotto il naso scoppi quasi la guerra civile. Invece la situazione della squadra non sembra così negativa. Sarà in grado il neo allenatore Pioli di dare una scossa ad una squadra che deve riscattarsi?

Mercato: Sicuri che De Vrij sia peggio di Astori? E che Basta e Parolo non siano buoni acquisti? La Lazio sembra aver fatto un mercato intelligente. e c'è ancora tempo per fare meglio. Una domanda: Candreva resta?

Spese: 14 mln

Ps. Per le spese, fonte Transfermarkt

© Riproduzione Riservata

Commenti