Calcio

Calciomercato 2016-2017: spesi 700 milioni in Serie A, seconda solo alla Premier

Se il record rimane ai club inglesi, con oltre 1,4 miliardi di euro, i nostri tornano a investire più di quelli di Liga, Bundesliga e Ligue 1: i numeri

calciomercato_europa

Giovanni Capuano

-

Siamo tornati belli e ricchi. Anche competitivi? Si vedrà. Per il momento la serie A ha ricominciato a fare la voce grossa sul mercato internazionale, senza insediare la ricchissima Premier League - che ha sfondato la soglia psicologica del miliardo di euro investito -, ma portando a casa comunque un bilancio di tutto rispetto. E' il dato che emerge dall'analisi dei flussi delle trattative dell'estate (fonte Transfermarkt), resa difficile dall'intreccio di formule, bonus, pagamenti dilazionati: i club italiani hanno speso poco più di 700 milioni di euro confermandosi seconda forza alle spalle della Premier e dando continuità al trend in crescita già intravisto nel 2015.

Il saldo complessivo è stato negativo per 33,3 milioni di euro. Meno di un anno fa (quando l'estate chiuse a -75,1) e in linea con il trend post Tripete Inter, la fase storica in cui il nostro calcio ha vissuto il punto più basso della crisi rischiando di essere superato sul mercato anche da altri movimenti. Postilla necessaria: molta della capacità di spesa viene dalla cessione record di Pogba dalla Juventus al Manchester United. Soldi che Marotta ha rigettato sul mercato interno prendendo Pjanic e Higuain e che hanno finanziato i movimenti di Roma e Napoli.


Calciomercato, pagelle: i voti alle campagne acquisti della Serie A 2016-2017


La classifica dei campionati per spese sul mercato

I più ricchi di tutti sono stati, come previsto, i club inglesi. Merito del mega contratto tv che ha riversato nelle loro casse un'autentica ricchezza e che consente anche la più penalizzata della Premier di portare a casa quanto la Juventus da noi. Beati gli inglesi, insomma, anche se un conto è avere un tesoro e un conto è saperlo spendere adeguatamente. Continua la politica lungimirante della Bundesliga, che raramente fa il passo più lungo della gamba, mentre ha risparmiato la Liga. Stupisce l'assenza o quasi del Real Madrid che nel 2017, quasi certamente, non potrà operare per la squalifica imposta della Fifa e per il momento solo congelata.

Ecco, comunque, la classifica completa dei primi dieci campionati per spesa fatta con il saldo complessivo:

PREMIER LEAGUE     1,41 miliardi di euro (-835,7 mln)

SERIE A     700,6 milioni di euro (-33,3)

BUNDESLIGA     548,0 milioni di euro (-82,5)

LIGA     470,4 milioni di euro (-21,5)

CHAMPIONSHIP INGLESE     243,5 milioni di euro (+15,8)

LIGUE1     192,2 milioni di euro (+129,0)

PREMIER LIGA RUSSA     94,7 milioni di euro (+16,0)

LIGA PORTOGHESE     75,6 milioni di euro (+110,5)

LIGA MESSICANA     53,5 milioni di euro (-16,1)

PRIMERA DIVISION SPAGNA    49,5 milioni di euro (+68,5)


Così la serie A ha ricominciato a spendere

La serie A, come anticipato, ha confermato il trend in crescita già visto nell'estate del 2015. Grande merito va alla Juventus, ma non solo perché anche il Napoli ha fatto il mercato più ricco di sempre, investendo i 90 milioni incassati per la cessione di Higuain e varando un nuovo progetto giovane con 7 nuovi acquisti. Poi c'è l'Inter con i cinesi di Suning: Candreva, Joao Mario e Gabigol sono costati circa 100 milioni e tutti i big sono rimasti. Ci sarà qualche problema a rientrare in tutti i vincoli del fair play finanziario, ma il solco è tracciato e il messaggio lanciato chiarissimo.

Solo il Milan non ha partecipato alla festa. Potrebbe trattarsi solo di un arrivederci, se tutto andrà come previsto in inverno così da consegnare un club nuovo di zecca pronto ad aggredire il mercato già da gennaio. Le romane si sono mosse sotto traccia, ma senza lesinare interventi. Il Torino ha venduto benissimo (50 milioni tra Maksimovic e Bruno Peres) e completato l'opera di ricostruzione iniziata un anno fa. Le altre, Sassuolo a parte con operazioni su giovani di grande prospettiva, hanno vissuto col piccolo cabotaggio. Ecco le spese della serie A (sessione estiva) nelle ultime sette stagioni:

STAGIONE 2016/2017     700,6 milioni di euro (-33,3)

STAGIONE 2015/2016     589,8 milioni di euro (-75,1)

STAGIONE 2014/2015     360,6 milioni di euro (-29,2)

STAGIONE 2013/2014     493,1 milioni di euro (-7,2)

STAGIONE 2012/2013     445,6 milioni di euro (+1,5)

STAGIONE 2011/2012     546,7 milioni di euro (-70,9)

STAGIONE 2010/2011     328,4 milioni di euro (-37,0)

Calciomercato Serie A 2016-2017: i 10 calciatori più pagati
© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Calciomercato, pagelle: i voti alle campagne acquisti della Serie A 2016-2017

Juve senza rivali, sogna la Champions. Torino, Napoli e Sassuolo tra le migliori. Inter rimandata al campo. Milan e Fiorentina tra le peggiori...

Calciomercato Serie A 2016-2017: i 10 calciatori più pagati

Scopri quali sono stati i dieci affari più onerosi dell'ultima estate - fotogallery

Commenti