d
Calcio

Tre giornate di squalifica per Domenico Berardi

Dopo l'espulsione contro il Genoa il giudice sportivo ci va giù pesante. Una giornata anche a Zukanovic, Destro e Gentiletti

Nessuno sconto per Domenico Berardi. Il giudice sportivo ha inflitto all'attaccante del Sassuolo tre giornate di squalifica dopo l'espulsione nel match contro il Genoa, "per avere, al 41° del primo tempo, a giuoco fermo, colpito da terra, ove era caduto in conseguenza di un intervento falloso, un calciatore avversario (Ansaldi, ndr) con calci all'addome". Un turno di stop per l'attaccante rossoblù Diego Perotti, anch'egli espulso per "aver assunto un atteggiamento intimidatorio" nei confronti di Berardi. Per l'attaccante neroverde è il 30mo cartellino ricevuto dal 2013 a oggi, un record che lo rende il giocatore ad aver preso più cartellini in serie A negli ultimi tre anni. 

Una giornata di squalifica anche per Zukanovic (Sampdoria), Destro (Bologna) e Gentiletti (Lazio). Due turni di stop per il viceallenatore del Carpi Gian Domenico Costi, "per avere, al 39° del secondo tempo, rivolto agli Ufficiali di gara un'espressione insultante; con recidiva specifica reiterata". Per quello che riguarda i club, multa di 20mila euro al Verona "per avere suoi sostenitori, nel corso della gara" contro il Napoli "indirizzato reiteratamente cori insultanti espressivi di discriminazione territoriale ai sostenitori della squadra avversaria e cori insultanti ad un calciatore della squadra avversaria", di 4mila euro al Napoli "per avere suoi sostenitori, al 9° ed al 34° del primo tempo, rivolto un coro insultante all'allenatore della squadra avversaria" e di 2mila alla Roma "per avere suoi sostenitori, nel corso della gara" in casa del Bologna "acceso nel proprio settore alcuni fumogeni".

© Riproduzione Riservata

Commenti