balzaretti
Calcio

Balzaretti strappalacrime: la lettera d'addio al calcio

L'ormai ex terzino ha salutato i tifosi con una lettera pubblicata su un quotidiano romano: "Grazie, grazie e grazie"

Ieri è stato il giorno dell'addio al calcio giocato di Federico Balzaretti. L'ormai ex terzino giallorosso è stato costretto ad appendere le scarpe al chiodo a 33 anni dopo i continui problemi di pubalgia che lo hanno tormentato dal suo arrivo alla Roma, dove resterà con un nuovo ruolo da dirigente. Ecco la sua lettera d'addio pubblicata ieri su un quotidiano della capitale:

Cari Amici,

dopo una lunga riflessione ho deciso che è venuto il momento di smettere con il calcio giocato. Gli ultimi tempi sono stati un calvario che ho affrontato sperando di farcela; lavorando duramente sono riuscito a scendere un'ultima volta in campo davanti agli occhi di mio figlio (come avevo promesso). Il caso ha voluto che giocassi proprio As Roma - Palermo, le squadre di due città con cui ho avuto un feeling speciale. Il mio fisico però mi ha fatto capire molto chiaramente che bisogna fermarsi. Nella vita a volta ci si trova davanti ad un bivio ed è lì che si fanno le scelte più importanti.

Fin da bambino sognavo di fare il calciatore, ho avuto la fortuna e la caparbietà di riuscirci. In tutta la mia carriera non mi sono mai risparmiato dando sempre tutto me stesso. Ho avuto il privilegio di giocare in grandi squadre e in Nazionale, solcando quel magico rettangolo verde per quasi tutta la vita. Mi sono tolto tante soddisfazioni che mi hanno permesso di conoscere l'amore dei tifosi: una delle cose più belle del nostro amato calcio.

Negli ultimi anni sono stato un giocatore della As Roma, il che mi ha permesso di vivere in questa fantastica città che è Roma. La mia famiglia vive qui con me e dopo tanti viaggi, tanti spostamenti per incontrarci per poche ore tutti insieme, è venuto il momento di fermarmi a vivere il futuro dei miei figli insieme a mia moglie.

La As Roma mi ha proposto un'importante opportunità di crescita personale all'interno di una società ambiziosa ed organizzata che punta ad elevarsi. Sapevo che prima o poi avrei dovuto fare una scelta definitiva: quel momento è arrivato. Ringrazio il presidente Pallotta, il DG Baldissoni e il DS Walter Sabatini per l'opportunità concessami. In questo nuovo incarico metterò lo stesso ardore che ho sempre dimostrato in campo. Grazie alla mia famiglia che mi ha sempre sostenuto e non mi ha mai fatto mancare il proprio appoggio, senza di voi non sarei l'uomo che sono oggi.

Grazie a tutte le persone con cui ho lavorato, siete stati per me fonte di ispirazione e apprendimento. GRAZIE, GRAZIE e GRAZIE a tutti voi amanti del Calcio come me, che mai mi avete fatto mancare il vostro appoggio, nei momenti difficili e in quelli felici. Non vi dimenticherò mai!

Grazie di cuore a tutti!

Federico Balzaretti

© Riproduzione Riservata

Commenti