Calcio

Baldissoni: "Garcia squalificato? Useremo anche la clava"

Il d.g. della Roma ha commentato così lo stop inflitto dal giudice sportivo al tecnico giallorosso. L'affondo: "Situazione grottesca, ci difenderemo"

Genoa CFC v AS Roma - Serie A

Dario Pelizzari

-

Giallorossi contro tutti. Alla società capitolina non sono andate giù le decisioni del giudice sportivo in merito ai fatti avvenuti domenica scorsa durante e dopo Genoa-Roma. Due giornate di squalifica al tecnico Rudi Garcia per "condotta aggressiva e intimidatoria" nei confronti di uno steward e 30 mila euro di multa al club per aver rifiutato di collaborare con i rappresentanti della procura federale presenti al Ferraris di Genova, ecco i provvedimenti che hanno fatto letteralmente infuriare la Roma al termine di una gara che ha lasciato una coda di polemiche e veleni da far impallidire il calcio tricolore. Poco fa, è arrivata la reazione del direttore generale Mauro Baldissoni, che ai microfoni di Roma Tv ha dichiarato: "Garcia ha già espresso l'intenzione di denunciare penalmente lo steward del Genoa" che ha dichiarato di esser stato aggredito dal tecnico giallorosso, "e lo stesso valuterà di fare anche la società. Siamo molto sorpresi, ma non è la prima volta che la giustizia sportiva riesce a stupirci. Siamo anche un po' stanchi di fare giurisprudenza". Dagli stadi di calcio alle aule di giustizia, il dado è tratto. Ma non è finita qui.


Baldissoni ha criticato senza mezzi termini anche l'ammenda comminata dal giudice sportivo alla società. "Ci ha stupito - ha detto il d.g. - anche la sanzione pecuniaria inflitta alla Roma. Al Genoa è stata data una multa di 30 mila euro per il lancio di oggetti da parte dei suoi sostenitori, senza nulla dire che non si è contribuito a salvaguardare la salute di tutti attraverso le coperture previste, mentre la Roma è stata sanzionata con 20 mila euro perché si e' rifiutata di fornire i cartellini dei giocatori perconsentire il riconoscimento proprio di questo steward. E' evidente che siamo ben felici di collaborare se la procura federale ci chiede i cartellini per procedere a un riconoscimento di un nostro tesserato che ha compito un gesto inidoneo, ma nel momento in cui ci viene detto che servono a uno steward del Genoa per riconoscere qualcuno che lo ha strattonato evidentemente non riteniamo di dover collaborare".

Dalle parole ai fatti. Fino alla clava. Baldissoni punta il dito e non nasconde la mano. Ha concluso il d.g.: "Siamo stati vittima di una aggressione da parte del pubblico non avendo avuto collaborazione da parte del Genoa per proteggere l'incolumità del calciatori, e abbiamo ricevuto una multa di quasi pari valore perché ci siamo rifiutati di consentire a uno steward di denunciare il nostro allenatore per un fatto inesistente. Diciamo che stiamo sfiorando il grottesco. Se pensiamo ci sia un accanimento contro la Roma? C'è una sensazione sgradevole che già abbiamo denunciato l'anno scorso. Lo stile che abbiamo scelto è quello di una continua collaborazione, perché siamo convinti che sia la cosa migliore da fare, ma se per difenderci sarà necessaria la clava, saremo in grado di usare anche la clava". Giallorossi contro tutti.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

15° giornata - Roma, aiuto da Banti. Doveri sbaglia Juve-Samp

Domenica di veleni e polemiche: era da annullare il gol di Nainggolan e a Torino almeno due errori gravi

Garcia-Allegri, due giornate di squalifica a una

Il tecnico della Roma fermato per aver tentato di colpire uno steward, il collega della Juve per insulti all'arbitro. Tre turni per Perotti del Genoa

Commenti