Calcio

Arrestato Genny 'a carogna

L'utras del Napoli fermato per gli incidenti di Coppa Italia del 3 maggio scorso

Arrestato Genny 'a carogna

Dario Pelizzari

-

Genny 'a carogna, al secolo Gennaro De Tommasol'ultrà del Napoli protagonista dell'imbarazzante show che è andato in scena il 3 maggio scorso all'Olimpico di Roma in occasione della finale di Coppa Italia tra Fiorentina e Napoli – è stato arrestato dalla Digos di Roma su mandato della Procura della capitale. Il reato che gli è stato contestato dagli inquirenti è “resistenza a pubblico ufficiale”, ma dovrà rispondere pure degli episodi di violenza avvenuti fuori e dentro lo stadio, scontri che come è noto hanno lasciato a terra un morto, il tifoso napoletano Ciro Esposito, e un ferito, il tifoso romanista Daniele De Santis.


Tre giorni dopo la partita, De Tommaso era stato raggiunto da un provvedimento di Daspo della durata di cinque anni per aver indossato, nel corso dell'incontro, la maglietta con la scritta “Speziale libero”, ma finora la Procura non gli aveva contestato in via ufficiale alcun reato. Centoquarantadue giorni dopo, l'improvvisa accelerazione che porta alle manette e a un probabilissimo procedimento penale. Genny 'a carogna è finito nell'angolo per una vicenda avvenuta poco meno di cinque mesi fa. Appunto centoquarantadue giorni dopo. Vien da dire che non tutto il mondo è Paese. Perché passano gli anni ma la questione si ripropone: se un fatto simile fosse avvenuto nel Regno Unito, in Francia o negli Stati Uniti, le conclusioni sarebbero state le stesse, oppure no?

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

“Genny a' carogna”, l'ultrà che ha detto sì

La finale della Coppa Italia tra Napoli e Fiorentina si sarebbe giocata grazie al suo assenso. Secondo le prime ricostruzioni, sarebbe il figlio di un capo-clan della camorra

Genny 'a carogna: sempre clementi con i violenti

Dai tragici fatti del G8 di Genova del 2001 a oggi c’è stata una deriva verso un’incomprensibile tolleranza nei confronti dei violenti

Commenti