Argentina - Olanda: le pagelle

Portieri promossi, attaccanti bocciati: Sergio Romero è l'eroe di una partita in cui la difesa di Van Gaal intrappola Messi e compagni. Male anche Robben e Van Persie

Sergio Romero, portiere dell'Argentina, ha tutte le ragioni per esultare... – Credits: Ansa Foto.

Paolo Corio

-

I migliori

Voto 9 a Sergio Romero: l’eroe di una rinunciataria Argentina è il portiere attualmente di proprietà della Sampdoria. Poco impegnato nei precedenti 120 minuti, sfodera ai rigori due balzi felini che mandano in finale la Selección facendo passare in secondo piano tutte le insufficienze del suo attacco. Una parte di Genova esulta con i biancocelesti, ma dopo quest’impresa sarà difficile trattenerlo per il club blucerchiato…

Voto 8 a Javier Mascherano: definito da Alejandro Sabella il leader spirituale della squadra, lo è anche in campo in una partita in cui Messi si defila con il passare dei minuti. Finisce stremato, ma da migliore dopo il decisivo Romero. Anzi, decisivo lo è pure lui con l'intervento salva-risultato su Robben.

Voto 8 a Louis Van Gaal: senza rinunciare alla linea a tre e senza che i suddetti tre siano propriamente dei fenomeni, il ct olandese inventa una rete difensiva in cui rimangono intrappolati tanto Messi quanto Higuain e Lavezzi. Ne perde lo spettacolo e alla fine perdono pure gli arancioni, ma al Manchester United possono già ricominciare a pensare in grande.

Voto 7,5 a Jasper Cillessen: faccia spavalda alla Steve McQueen, dell’attore il portiere olandese ha anche il fatto di ostentare (e trasferire alla squadra) una sicurezza anche superiore a quella reale. Gli manca il guizzo vincente nella serie finale dagli undici metri, ma salva il risultato nei supplementari sul colpo di testa di Palacio dopo aver in precedenza bloccato le punizioni di Messi ed essersi preso pure il gusto di dribblare qualche attaccante avversario nelle sue frequentissime giocate di piede.

I peggiori

Voto 5,5 a Leo Messi: certo ha il merito di infilare il rigore di inizio serie subito dopo la prima prodezza di Romero, ma la “Pulce” non gioca certo una delle sue migliori partite. Maradona trascinava i suoi alla vittoria, Leo tante volte (inclusa questa) ha bisogno di esserlo. Un “dieci” dimezzato, accresciuto da un tiro vincente dal dischetto in più.

Voto 5 ad Alejandro Sabella: tutto è bene quel finisce bene, ma il talento dell’Argentina s’è visto poco in questi Mondiali e per nulla in questa semifinale. E visto che ora c’è la Germania…

Voto 4,5 a Arjen Robben: niente tuffi, ma anche niente di che al di là di qualche cross... Ha pure l'unica possibile palla-goal dell'Olanda, ma perde il passo e il tempo facendosi anticipare da Mascherano.

Voto 4 a Robin Van Persie: gli arrivano pochi palloni, ma lui fa pochissimo per evitare che ciò accada. In difesa l’Olanda ha fatto quello che Van Gaal voleva, in attacco nulla o quasi di quello che tanti si attendevano. Con la goleada contro la Spagna ormai solo un lontano (e inutile) ricordo.

© Riproduzione Riservata

Commenti