Chelsea unveil Antonio Conte as new Manager
Calcio

Antonio Conte si presenta al Chelsea: "È un onore, lavoreremo per vincere"

L'ex ct azzurro inizia l'avventura in Premier League e svela le sue ambizioni: "Sotto pressione? Ci sono nato..."

Chelsea, inizia l'era di Antonio Conte. L'ex ct dell'Italia è stato presentato oggi a Stamford Bridge e ha già diretto i primi allenamenti con i blues. un nuovo italiano in Premier League per vincere, come Carlo Ancelotti in passato e come Claudio Ranieri l'anno scorso con il Leicester.

"Sono felice, è una sfida importante per la mia carriera e sono onorato di essere stato scelto dal Chelsea" le prime parole dell'allenatore salentino. 

 

"In Premier è più difficile vincere rispetto agli altri campionati. Ogni anno ci sono 6 o 7 squadre che possono ambire al successo e il Leicester ci deve insegnare tanto. Chi vincerà? Mi auguro chi l’abbia meritato realmente e mi auguro che noi, nonostante la gente ci sottovaluti, saremo lì a sorprendere".

Tra le prime domande quella sul rinnovo di John Terry: "Ha firmato un contratto come giocatore e non per un altro ruolo: lui è il capitano ed è un grande giocatore di carattere, molto importante per me, mi piace parlare con lui perché lui sa che spirito ci vuole per giocare al Chelsea. Per lui vige comunque la stessa regola degli altri: chi merita gioca".

L'ex ct parla già da tifoso dei blues usando il "we": "La pressione non è importante, perché io ci sono nato. Quando sei allenatore di un grande club come il Chelsea è normale lottare per vincere il titolo. Veniamo da una stagione negativa, dobbiamo rialzarci subito".

Conte ha parlato anche dei primi allenamenti con il gruppo: "Voglio trasferire le mie idee ai giocatori, non solo dal punto di vista tattico e fisico ma anche per quanto riguarda la mentalità. È importante avere giocatori con grande disponibilità. Difesa a tre? In passato ho iniziato la stagione con un sistema di gioco e poi ho cambiato in corsa".

© Riproduzione Riservata

Commenti