nalini
Calcio

Nalini come Riganò e Vardy: dalla fabbrica alla Serie A

Il nuovo attaccante del Crotone ha un passato come magazziniere e saldatore. Una storia che ricorda quella di altri protagonisti del calcio

La serie A 2016/2017 vedrà per la prima volta nella massima categoria il Crotone, squadra calabrese neopromossa. Con la sua maglia ci sarà anche Andrea Nalini, attaccante classe 1990 che il club del presidente Vrenna ha acquistato la scorsa settimana dalla Salernitana e che ha una storia simile a quella di altri bomber: su tutti Christian Riganò, James Vardy e Riccardo Zampagna.

Prima di diventare calciatore professionista Nalini ha infatti  voluto tutelare il suo futuro trovandosi un mestiere, prima come perito meccanico specializzato in saldature, poi come magazziniere per una ditta di wusterl.

 

Nato a Isola della Scala, in provincia di Verona, è cresciuto calcisticamente nel Villafranca per poi arrivare alla Virtus Verona in serie D. Stipendio basso, poche prospettive e la necessità di alimentare il suo sogno dandosi da fare. Per questo Nalini si è allenato continuando ad indossare le scarpe antinfortunistiche otto ore al giorno, spesso raggiungendo i compagni in trasferta da solo a causa dei turni di lavoro.  L'occasione giusta è arrivata con la maglia della Salernitana nel 2014/2015: 3 reti nella prima stagione di Lega Pro e 9 presenze nell'ultima serie B. 

"Molti mi hanno paragonato a Jamie Vardy e alla sua grande storia: io spero solo di sfiorarla perché lui ha dimostrato di essere un grande. Io ho ancora tutto da dimostrare e spero di fare tanto". Adesso che è arrivato in serie A Nalini non ha però dimenticato le sue origini. Intervistato da Crotone News ha dichiarato: "I colleghi della fabbrica? Quando hanno sentito che andavo in Serie A col Crotone sono stati tutti felicissimi. Li porto sempre con me"

© Riproduzione Riservata

Commenti