Calcio

Alla scoperta del Malaga, la formazione che può far esonerare Allegri

Gli spagnoli sono primi nel girone C ed hanno ritrovato l'entusiasmo dopo i problemi economici della scorsa estate

Il Malaga in allenamento (LaPresse)

Sedotta dai milioni degli sceicchi e poi abbandonata sul più bello. Il Malaga, prima a punteggio pieno nel girone C del Milan, affronterà i rossoneri con la consapevolezza di poter mettere una seria ipoteca sulla qualificazione. Proprio in occasione della partita lo sceicco Al Thani torna in tribuna allo stadio La Rosaleda dopo un lungo periodo di assenza. Lui che dopo l'estate 2011, fatta di acquisti stellari e di grandi prospettive, si era defilato cedendo diversi giocatori senza pagare gli stipendi. Adesso che il Malaga ha la possibilità di entrare tra le grandi del calcio europeo l'entusiasmo è tornato e con lui anche lo sceicco.

L'umore delle due formazioni è agli antipodi: il Malaga sa di poter scrivere la storia con una vittoria mentre con una sconfitta la posizione di Allegri sulla panchina del Milan sarebbe irrimediabilmente compromessa. Nonostante le garanzie di Galliani Tassotti è già pronto a subentrare e in Andalusia ci sarà la prova del nove. Non ci saranno Abate e De Jong mentre gli spagnoli dovranno rinunciare all'ex giallorosso Baptista ma anche a Buonanotte, Monreal e Toulalan. In avanti il peso dell'attacco sarà sostenuto da Saviola, ex attaccante di Barcellona e Real Madrid che dopo un periodo di alti e bassi sembra essersi definitivamente ritrovato.

Con tutta probabilità l'allenatore Pellegrini lo schiererà come unica punta nel 4-2-3-1: Caballero, Onyewu, Demichelis, Weligton, Eliseu, Camacho, Recio, Joaquin, Isco e Portillo saranno in campo dietro all'argentino. Il Malaga, che in estate ha ceduto giocatori per 30 milioni di euro tra i quali Santi Cazorla all'Arsenal per 15, ha rilanciato singoli come l'argentino ex Bayern Demichelis ed Eliseu, meteora alla Lazio che in Spagna è riuscito a ritagliarsi un ruolo da protagonista. Stesso discorso per l'americano Onyewu, il colosso che pur di restare al Milan aveva pagato di tasca sua e che si era preso a pugni con Ibrahimovic. Allegri risponderà con un modulo speculare che vedrà scendere in campo Amelia, Bonera, Mexes, Zapata, De Sciglio, Ambrosini, Montolivo, Emanuelson, Bojan, El Sharaawy e Pazzini. Occasione di riscatto soprattutto per Bojan Krkic che questa sera sarà nel mirino del pubblico andaluso. Non solo per la sua militanza nel Barcellona ma per aver rifiutato in estate la destinazione Malaga dopo un'esultanza non proprio simpatica nei confronti del pubblico del "La Roselada" ai tempi blaugrana.

A partita in corsa potrebbe esserci spazio anche per Pato, tornato in campo contro la Lazio dove ha offerto buoni spunti e confezionato anche un assist. Il Milan si gioca il tutto per tutto in una partita che potrebbe definitivamente mettere la parola fine all'era di Massimiliano Allegri; raramente un match così difficile sarebbe potuto arrivare in un momento peggiore. La classifica del girone  vede gli spagnoli primi a 6 punti con i rossoneri a 4. Lo Zenit ancora a zero affronta l'Anderlecht a uno. Nel prossimo turno del 6 novembre il Malaga arriverà invece a San Siro: chissà se Allegri sarà ancora in panchina.

© Riproduzione Riservata

Commenti