Giovanni Capuano

-

Bilancio negativo per i direttori di gara nella settimana in cui scatta la sperimentazione, rigorosamente offline, della Var (la video assistenza per l'arbitro che dal 2018 dovrebbe diventare pienamente operativa). Ci sono almeno tre partite condizionate da scelte sbagliate che, questo è il paradosso, si sarebbero potute evitare con l'aiuto del video. Accadrà tra qualche mese, ma intanto Sassuolo, Fiorentina e Bologna piangono per gare perse e che dovevano finire diversamente.

Il disastro lo combina Guida a San Siro in Milan-Sassuolo. Tanti errori: manca un rigore alla squadra di Di Franscesco per un fallo di Donnarumma su Politano (era anche ammonizione) ed è più che generoso il penalty concesso a Niang che commette scorrettezza per primo, trattenendo la maglia del difensore. Complesso il discorso sul gol di mano annullato ad Adjapong: a stretti termini di regolamento poteva anche essere concesso, non essendo il tocco di braccio volontario, però non è uno scandalo che Guida lo abbia annullato perché la dinamica è comunque troppo netta e decisiva. Le moviole assolvono l'arbitro.

In Torino-Fiorentina (arbitro Calvarese) ci sono due episodi caldi. Nell'azione del gol di Iago Falque c'è un tocco di mano in partenza dello stesso granata che viene considerato involontario. Può andare bene così. Manca, però, un rigore per atterramento di Kalinic. Proteste giustificate anche in Bologna-Genoa (arbitro Maresca) dove l'arbitro ha poca collaborazione dai giocatori e dove manca un rigore per il Bologna: Veloso atterra Destro. Era anche ammonito e andava espulso. Perfetto Banti in Roma-Inter, malgrado ci siano ritmo ed episodi in quantità.

SERIE A 2016-2017: TUTTI GLI ERRORI ARBITRALI GIORNATA PER GIORNATA

La classifica sintesi delle moviole dei quotidiani italiani 

Ecco comunque come Panorama.it ricostruisce la classifica oggi senza gli errori arbitrali. Vale la tradizionale avvertenza che il parametro preso in considerazione sono le decisioni che avrebbero potuto cambiare concretamente il risultato (rigori non assegnati o che non c'erano, reti annullate o concesse per errore) e che la graduatoria fa riferimento alle moviole dei quotidiani sportivi italiani esprimendo non un valore oggettivo ma una tendenza.

La classifica senza errori arbitrali dopo la 7° giornata

Squadra

Punti

Differenza con la reale

Juventus

18

=

Napoli

16

+2

Roma

16

+3

Lazio

13

=

Chievo

13

=

Bologna

11

+1

Inter

11

=

Sassuolo

10

+1

Genoa *

10

=

Cagliari

10

=

Milan

9

-4

Torino

9

-2

Atalanta

9

=

Fiorentina *

8

=

Sampdoria

8

+1

Udinese

7

-2

Palermo

6

=

Pescara

5

-1

Crotone 

2

+1

Empoli

2

-2

© Riproduzione Riservata

Commenti