I 5 top e i 5 flop della 21a giornata di serie A

Ritorno al gol per Pazzini, Llorente non si ferma più. L'Inter vive una crisi senza fine, crolla il Sassuolo a Livorno - Tutti i rigori della serie A

Il ritorno al gol in campionato di Giampaolo Pazzini – Credits: Getty Images

Matteo Politanò

-

I 5 TOP DELLA 21^ GIORNATA

Alberto Aquilani (Fiorentina) - La Viola non va oltre il 3-3 contro un ottimo Genoa ma il centrocampista romano si porta a casa il pallone con un hattrick che non risparmia Perin. E' il quinto gol al Genoa in pochi mesi ma l'obiettivo è sempre lo stesso: convincere Prandelli a portarlo sul volo per il Brasile. 

Gervinho (Roma) - La sorpresa di questo girone d'andata. Anche contro il Verona decide il match grazie alla sua velocità: prima per offrire a Ljajic il pallone dell'uno a zero, poi per siglare il 2-1 dopo un'azione solitaria che lascia di pietra la retroguardia scaligera. Dopo l'esperienza all'Arsenal Rudi Garcia ha fatto di tutto per averlo nella capitale, i fatti gli stanno dando ragione. 

Giampaolo Pazzini (Milan) - Ritorno al gol in campionato da sogno per il Pazzo che decide la sfida contro il Cagliari segnando un gol dei suoi. "Ora voglio solo tornare a casa per riguardare il gol in tv insieme alla mia famiglia" le sue prime parole al fischio finale. Se gli infortuni gli daranno tregua potrà rivelarsi decisivo nell'operazione di risalita firmata Clarence Seedorf. 

Fernando Llorente (Juventus) - A inizio stagione sembrava già pronto per partire. Conte ha creduto in lui e lo spagnolo ha dimostrato di essere un giocatore in grado di fare la differenza. Nella difficile sfida contro la Lazio in superiorità numerica estrae dal cilindro un colpo di testa perfetto che non lascia scampo ai padroni di casa per il nono centro in campionato su 18 partite. 

Hernanes (Lazio) - Il brasiliano è tornato a giocare e la Lazio a correre. Non si sa ancora dove sarà il suo futuro ma con l'arrivo di Edy Reja il suo contributo alla causa è nettamente aumentato. Dopo il gol vittoria nella trasferta di Udine è protagonista anche contro i bianconeri di Torino: e se restasse?

I 5 FLOP DELLA 21^ GIORNATA

Walter Mazzarri (Inter) - L'Inter si arena nella tempesta più brutta della gestione Mazzarri. Lo 0-0 in casa contro il fanalino di coda Catania aggrava i problemi iniziati in tempi non sospetti. I tifosi nerazzurri si preparano a vivere altri momenti bui: dall'arrivo di Thohir (fatta eccezione per il derby) non ne è andata bene una. 

Thomas Hertaux (Udinese) - Il gol del vantaggio di Amauri è agevolato anche da un suo intervento scellerato che mette in difficoltà Brkic e dà il via alla vittoria ducale. I friulani perdono nuovamente in trasferta e si trovano pienamente coinvolti in una lotta salvezza che preoccupa sempre di più.  

Andrea Costa (Sampdoria) - Torna in campo al posto dello squalificato Regini e sembra insicuro fin dal primo minuto. Quel che è più grave è però il fallo decisivo al 45' che regala al Bologna l'1-1 quando ormai sembrava impossibile. La formazione di Mihajlovic avrebbe potuto fare un bel balzo avanti invece la zona pericolosa resta dietro l'angolo. 

Christian Maggio (Napoli) - Emblema dell'involuzione di gioco azzurra. Contro il Chievo offre una delle prestazioni peggiori al San Paolo e gli ospiti ne approfittano portando a casa un punto d'oro. Il ritardo dalla vetta sembra ormai irrecuperabile ma adesso anche la zona Champions è a rischio. 

Simone Zaza (Sassuolo) - Il Sassuolo si rinforza sul mercato ma al ritorno in campo il risultato è da incubo. Brutta sconfitta nel match diretto contro il Livorno e tanti dubbi in più per Di Francesco. L'ex punta di Samp e Ascoli non è mai pericoloso e l'intesa con Sansone fatica a prendere forma. Gli emiliani restano terzultimi, il Livorno di Di Carlo prova a ripartire. 

© Riproduzione Riservata

Commenti