35° giornata - Gervinho, gol offside. Genoa penalizzato a Bergamo

La Roma chiude col Milan grazie a un errore di Tagliavento e collaboratori. Male Orsato, Peruzzo e De Marco - Tutti i rigori della A

Il gol in fuorigioco di Gervinho contro il Milan (Sport Mediaset)

Giovanni Capuano

-

Domenica senza grossi problemi per la squadra arbitrale di Braschi, che sta puntando a un finale di stagione (e di carriera da designatore) al riparo da eccessive polemiche. Chi si lamenta a ragione è il Genoa, che a Bergamo avrebbe potuto vincere senza le scelte di Peruzzo: da annullare il pareggio atalantino di De Luca e c'era un penalty nel finale per trattenuta su Gilardino. Sbagliano anche De Marco (Livorno-Lazio non da rigore il mani di Rinaudo) e Orsato (manca un rigore ai blucerchiati in Sampdoria-Chievo).

Il raddoppio di Gervinho nel match Roma-Milan è viziato da una posizione di fuorigioco abbastanza netta dell'attaccante. Nè Tagliavento né i suoi collaboratori se ne accorgono e lasciano correre. Episodi controversi anche in Sassuolo-Juventus: Ogbonna colpisce col braccio mentre Damato sta fischiando fallo contro l'attacco del Sassuolo e quindi il gioco è virtualmente fermo. Secondo i moviolisti è giusta l'ammonizione per simulazione comminata a Zaza.

Ecco comunque come Panorama.it ricostruisce la classifica oggi senza gli errori arbitrali. Vale la tradizionale avvertenza che il parametro preso in considerazione sono le decisioni che avrebbero potuto cambiare concretamente il risultato (rigori non assegnati o che non c'erano, reti annullate o concesse per errore) e che la graduatoria fa riferimento alle moviole dei quotidiani sportivi italiani esprimendo non un valore oggettivo ma una tendenza.

© Riproduzione Riservata

Commenti