Calcio

29° giornata - Rizzoli non sbaglia Roma-Napoli. Penalizzate Atalanta e Chievo

Bene la direzione all'Olimpico (striscioni a parte), mentre mancano rigori a Pinilla e Gamberini: si incendia la lotta per non retrocedere

Mano Manolas

Giovanni Capuano

-

Gli occhi di tutti erano puntati sullo stadio Olimpico per Roma-Napoli e il giudizio delle moviole alla fine promuove Rizzoli, mandato da Messina come estrema garanzia per il big match. Un solo appunto viene mosso al direttore di gara: la mancata espulsione di De Rossi per somma di ammonizioni nel primo tempo e con il risultato sullo 0-0. Errore grave che, però, arriva in una parita tesa e per il resto che pare governata bene a partire dalla decisione sull'altro caso da moviola, il presunto mani di Manolas su conclusione di De Guzman: la palla sbatte prima sulla coscia del giocatore e non c'è volontarietà. Non bene l'arbitro (e non solo) sulla vicenda striscioni: restano esposti per lunghi minuti e in campo nessuno fa nulla, nemmeno minacciare la sospensione della gara.

 

Mancano, invece, rigori pesanti a squadre in lotta per non retrocedere. Le penalizzate della settimana sono l'Atalanta e il Chievo. In Atalanta-Torino c'è un fallo abbastanza netto su Pinilla che Guida vede male e gira: errore. Lo stesso accade in Sassuolo-Chievo, dove Pairetto concede giustamente il penalty ai padroni di casa poi realizzato da Berardi, mentre ne dimentica uno per intervento di Peluso ai danni di Gamberini. Sbaglia anche Giacomelli in Juventus-Empoli concedendo la punizione di seconda a favore dei bianconeri da cui nasce il gol dell'1-0 di Tevez: il tocco di Rugani verso Sepe non andava considerato retropassaggio volontario e punito. Vede bene, infine, Doveri che a Palermo concede un rigore ai locali per fallo su Belotti (inutili le proteste di Paletta) e convalida a rete di Cerci, segnata con un tocco di mano involontario causato dal rimpallo su Sorrentino.

Ecco comunque come Panorama.it ricostruisce la classifica oggi senza gli errori arbitrali. Vale la tradizionale avvertenza che il parametro preso in considerazione sono le decisioni che avrebbero potuto cambiare concretamente il risultato (rigori non assegnati o che non c'erano, reti annullate o concesse per errore) e che la graduatoria fa riferimento alle moviole dei quotidiani sportivi italiani esprimendo non un valore oggettivo ma una tendenza.

La classifica senza errori arbitrali dopo la 29° giornata

Squadra

Punti

Differenza con la reale

Juventus 

68

-2

Lazio

55

=

Roma 

54

-2

Napoli

49

+2

Genoa *

49

+11

Fiorentina

46

-3

Inter

44

+6

Udinese *

43

+9

Sampdoria 

42

-6

Torino

38

-4

Milan

38

-3

Empoli

37

+4

Palermo

34

-1

Sassuolo

33

-2

Verona

32

-1

Chievo

32

=

Atalanta

25

-1

Cagliari

22

+1

Cesena

22

=

Parma **

17

+4

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Rigori 2014-2015: più di tutti al Milan, ma il miglior saldo è di Napoli e Sassuolo

11 penalty concessi in Campionato ai rossoneri, tutti realizzati. Mentre i partenopei sono anche quelli che ne hanno sbagliati di più

Roma e gli striscioni della vergogna contro la madre di Ciro Esposito

Scritte per accusarla di speculare sulla morte del figlio. Lei: "Orribili, Dio cambi i cuori dei tifosi"

Commenti