Calcio

13° giornata - Valeri: aiuti al Milan. Mazzoleni scorda due rigori in Roma-Inter

Domenica no degli arbitri, tranne Orsato a Torino. Non era goal a San Siro, e neppure rigore. In fuorigioco il vantaggio della Fiorentina a Cagliari

Mani Honda

Giovanni Capuano

-

Un piccolo disastro che ha fatto infuriare patron Pozzo e l'Udinese e ha spianato la strada al Milan in una domenica che si era fatta complicata. Così è stata giudicata dalle moviole la direzione di gara di Valeri in Milan-Udinese e l'episodio finito in prima pagina (il cosiddetto gol fantasma di Rami) è stata alla fine l'unica decisione azzeccata da arbitro e assistenti. Non era gol e la tecnologia utilizzata dalle televisiosi lo ha confermato. Il resto, invece, sono stati una serie di errori gravi e condizionanti a partire dal mancato rigore concesso ai friulani per lo sgambetto netto di Armero a Badu quando la partita era ancora sullo 0-0. Da non assegnare il penalty del vantaggio di Menez, perché Honda si aiuta col braccio a controllare il pallone e poi si lascia anche un po' cadere; una beffa il cartellino rosso per Domizzi. C'era l'espulsione di Essien per doppia ammonizione.

La tecnologia e i gol fantasma: perché in Premier League la usano e noi no?


Non perfetta nemmeno la direazione arbitrale di Mazzoleni all'Olimpico per Roma-Inter. Manca certamente un rigore ai nerazzurri per un tackle avventato di Ljajic su Dodò che l'arbitro trasforma in rimessa dal fondo per i giallorossi. Siamo sullo 0-0 e pochi minuti prima c'era stato un contatto molto rischioso di Campagnaro su Gervinho. Mancini e gli interisti protestano poi furiosamente per la spinta di Holebas su Guarin che origina la rete del 3-2 di Pjanic; il tocco è evidente, ma sembra più una fase di gioco (seppure rude) che un vero e proprio fallo. In generale, comunque, arbitraggio insufficiente mentre lavorano molto bene gli assistenti che sbagliano solo un fuorigioco su Gervinho.

La moviola di Roma-Inter 4-2 immagine per immagine


Ottima la direzione di Orsato nel derby Juventus-Torino. Pesca bene il gomito alto di El Kaddouri in barriera sulla punizione di Pirlo; pochi istanti prima aveva avvisato tutti sulla necessità di non aumentare il volume del proprio corpo con le braccia. Ol i gol annullati e la gestione dei cartellini. Promosso. Sbaglia, infine, Calvarese che in Cagliari-Fiorentina non è aiutato dall'assistente che non vede la posizione irregolare di Gonzalo Rodriguez sulla rete dell'1-0 segnata da Mati Fernandez direttamente su punizione: era da annullare. Nella gara del lunedì sbaglia Rocchi che non concede un rigore per trattenuta su Albiol in Sampdoria-Napoli.

Ecco comunque come Panorama.it ricostruisce la classifica a oggi senza gli errori arbitrali. Vale la tradizionale avvertenza che il parametro preso in considerazione sono le decisioni che avrebbero potuto cambiare concretamente il risultato (rigori non assegnati o che non c'erano, reti annullate o concesse per errore) e che la graduatoria fa riferimento alle moviole dei quotidiani sportivi italiani esprimendo non un valore oggettivo ma una tendenza. 

La classifica senza errori arbitrali dopo la 13° giornata

Squadra

Punti

Differenza con la reale

Juventus

32

-2

Roma

32

+1

Genoa

27

+4

Napoli

25

+2

Udinese

22

+4

Lazio

20

=

Sampdoria 

19

-3

Inter

19

+2

Milan

19

-2

Fiorentina

19

=

Sassuolo

18

=

Verona

14

=

Palermo

14

-3

Empoli

13

-1

Torino

13

+1

Cagliari

12

+1

Chievo

12

+2

Atalanta

9

-2

Cesena 

7

-1

Parma

6

=

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Goal o no? La differenza tra Serie A e Premier

La rete fantasma di Rami fa discutere, mentre in Inghilterra la tecnologia mette tutti d'accordo. Facendoci scoprire ancora una volta in ritardo

Roma-Inter 4-2: la moviola in diretta

Grande spettacolo all'Olimpico, decide una doppietta di Pjanic. Espulso Mancini per proteste contro Mazzoleni

Commenti