Sport

Il futuro del Bologna: parla Guaraldi

ESCLUSIVA - Richiamato Bagni come consulente tecnico, il presidente rossoblu nega l'esistenza al momento di possibili soci ma promette rinforzi

Imprenditore del settore edile, Albano Guaraldi è presidente del Bologna dal 7 aprile 2011. – Credits: Getty Images.

Momento non facile per il Bologna: la panchina di mister Pioli è traballante e la classifica preoccupante, come certifica il penultimo posto in classifica. E numerose sono le voci riguardanti il possibile approdo di nuovi soci nel club felsineo: per analizzare gli aspetti riguardanti il club emiliano, Panorama.it ha interpellato in esclusiva il presidente rossoblu Albano Guaraldi.

Presidente, come è andato il Cda dei soci?

"Si è concluso positivamente. Abbiamo approvato il bilancio senza alcun colpo di scena. Si è parlato e scritto molto in questi ultimi giorni, ma non ci sono cambiamenti all'orizzonte".

Lei resta al timone?

"Certamente. Le dico di più: il cda ieri mi ha rinnovato la fiducia e la carica di presidente".

Si parla di nuovi ingressi nel club per far fronte al passivo degli ultimi due esercizi di 11 milioni di euro: come stanno le cose?

"Al momento non si è palesato nessuno in tal senso. Sicuramente, ci fosse l'interesse di qualche magnate interessato al club, siamo disponibili ad ascoltare e a valutare la situazione".

Intanto è in arrivo un nuovo centro sportivo...

"Aspettiamo il placet del Tar. Siamo fiduciosi e il nuovo centro tecnico di Quarto sarebbe una risorsa importante dal punto di vista delle strutture, ma aanche del bilancio (arriverebbero infatti 20 milioni di euro dal Credito Sportivo, ndr)".

Intanto avete rinforzato l'area tecnica con il ritorno di Salvatore Bagni: convinto della scelta?

"Abbiamo chiarito alcuni punti che in passato avevano comportato l'interruzione del rapporto. Superate tali situazioni, ci siamo spiegati e abbiamo deciso di intraprendere di nuovo questo rapporto professionale. Al direttore generale Zanzi dunque si affianca un consulente esperto come Bagni nell'ambito di un rafforzamento dell'area tecnica della società".

Quali saranno le future strategie di mercato?

"L'intenzione di mantenere i giocatori cardine della rosa e di potenziare l'organico a gennaio grazie anche alle consulenze di Bagni".

Sfuma così l'avvento di possibili di nuovi diesse come Longo o Salvatori?

"Esattamente. Con Bagni abbiamo potenziato lo staff dirigenziale e siamo a posto così".

© Riproduzione Riservata

Commenti