Il mio piede destro ad Adelboden
Il mio piede destro ad Adelboden
Sport

Il mio piede destro ad Adelboden

Immagini e pensieri alla vigilia di uno dei più prestigiosi giganti del mondo dove Max Blardone ha lasciato la sua impronta

Il mio piede destro. 
Nel tempio dello sci di Adelboden la mia impronta, per sempre nella storia.


La quinta gara della stagione di Coppa del Mondo è alle porte, domani ad Adelboden. Il Chuenisbärgli mi aspetta e sta per trasformarsi in uno degli spettacoli più sentiti del circo bianco, con grande pubblico e tifo da stadio. L’allenamento con la squadra a Champorcher è stato positivo, i suoi pendii sono molto simili a quelli svizzeri, oggi nella rifinitura è stato davvero uno spettacolo.
Anch’io sono nell’albo d’oro di questo tracciato, insieme ai più grandi dello sci, lo associo a ricordi fantastici e momenti indimenticabili; è una pista molto tecnica, e per questo affine alle mie caratteristiche. L’ultimo mio podio non è così lontano un ottimo terzo posto del 2012, ma tornando indietro ho ben tre secondi posti nel 2009, nel 2007 e nel 2004, ed una bellissima, indimenticabile, vittoria nel 2005.
E chi la può dimenticare? Prelevato e “costretto” a lasciare per sempre la mia impronta nella storia! Ci sono anch’io infatti – o meglio il mio piede n. 41 – immortalato sul monumento che in paese ricorda chi ha lasciato un segno nella storia dello sci e lo ricordo con grande orgoglio.
Vivete con me il ricordo, soprattutto vivete il presente: in ricognizione oggi ho portato la telecamera con me. Che ve ne pare?

Blardone ci porta sulla pista di Adelboden

L’appuntamento è per domani, con la prima manche alle 10.30 (su Eurosport e su Rai Sport 1 a partire dalle 10.15 in diretta).

Ti potrebbe piacere anche

I più letti