Basket

Ray Allen si ritira: l'annuncio con una lettera al 'giovane' se stesso

Con una lettera indirizzata all'Allen 13enne il due volte campione Nba saluta il basket come il miglior tiratore di sempre

Ray Allen Connecticut

Il 2 volte campione Nba Ray Allen lascia il basket, e anche lui come i sui 'compagni' di ritiro illustri Garnett, Bryant e Pierce lo ha annunciato con una lettera pubblicata su The Players Tribune. E se l'epistola di Kobe era indirizzata alla 'pallacanestro' quella del miglior tiratore da tre punti di sempre, con le sue 2.973 triple realizzate in 18 stagioni Nba, è rivolta al Ray Allen tredicenne e ripercorre tutte le principali tappe di quella che sarebbe stata la sua carriera, dal liceo fino ai primi successi in Nba, passando per gli anni (fondamentali) di Uconn sotto la guida del suo maestro Jim Calhou. "Ragazzo, giocherai contro Michael Jordan e Clyde Drexler.. E scoprirai che i Nba non ci sono segreti, ma solo noiose abitudini". Quelle che, scrive Allen, avevano tutti i grandi campioni con cui ha giocato - Kevin Garnett, Paul Pierce, LeBron James e Dwyane Wade - che avrebbero fatto a gara per chi sarebbe arrivato prima e uscito per ultimo dalla palestra.

Allen aveva di fatto lasciato il basket alla fine della stagione 2013-2014, dopo la finale persa contro San Antonio dopo il titolo vinto, l'anno prima, con Miami anche grazie al suo incredibile tiro in gara 6 che aveva permesso agli Heat di pareggiare e poi vincere la serie contro gli Spurs.

Da allora qualche squadra - si era parlato di Cleveland, poi Golden State e San Antonio - aveva provato a bussare alla sua porta, senza successo. Ora con l'annuncio ufficiale del ritiro si possono tirare le somme di una carriera straordinaria, giocata con le maglie di Bucks, Sonics, Celtics e Heat e chiusa con 18.9 punti di media, il 45.2% dal campo, il 40% da tre e l’89.4% ai liberi, due titoli Nba, con Miami nel 2013 e con Boston nel 2008, 10 convocazioni all'All Star Game e il già citato primato nelle triple. "Molte persone non sapranno mai chi sei veramente - recita in chiusura la lettera al giovane Allen - ma sapranno riconoscere il tuo lavoro".

© Riproduzione Riservata

Commenti