Basket

Nba: i perché della sconfitta record dei Warriors contro Oklahoma

Le statistiche dietro il 133 a 105 con cui Golden State è stata travolta dai Thunder di Durant e Westbrook

Golden State Warriors v Oklahoma City Thunder - Game Three

Teobaldo Semoli

-

Se non è ancora allarme rosso nella baia di San Francisco, poco ci manca. Dopo la sconfitta 105-133 in casa degli Oklahoma City Thunder, ora avanti 2-1 nella finale della Western Conference, il livello di guardia di Golden State e di Steve Kerr è già ben al di sopra di quanto che avrebbe mai potuto pensare - soprattutto dopo la vittoria in gara 1 - il coach della squadra da 73 vittorie in stagione.

Non è facile spiegare l’involuzione delle ultime tre partite dei Warriors, che ora aspettano con ansia la decisione dell’Nba sul calcio di Draymond Green a Steven Adams.

 

I numeri di gara 3 – tutti tranne uno: nelle ultime due postseason i Thunder hanno un record di 2 vinte e 5 perse nella terza gara delle loro serie, storicamente indigesta i Dubs – sono davvero da 'record' (negativi, per Golden State) e raccontato di una franchigia sprofondata in una delle peggiori serate della sua storia recente... Se si tratti di ‘casualità’ o di un vero e proprio ‘trend’ -, lo dirà la gara 4 di martedì prossimo.

© Riproduzione Riservata

Commenti