Basket

Settimana Nba: 51 punti di Antetokounmpo, 59 di Anthony Davis

A Est massimo in carriera per l'ala dei Bucks; a Ovest record di franchigia per il leader dei Pelicans - video

anthony_davis

The Basketball Post

-

Il punto dell'ultima settimana Nba a cura del sito The Basketball Post: le squadre "on fire" e quelle in difficoltà, i giocatori in evidenza, le partite più appassionanti degli ultimi sette giorni e quelle da non perdere nei prossimi...

Qui Est

La squadra. Gli Charlotte Hornets rappresentano al momento una delle compagini più calde dell'intero panorama Nba. Kemba Walker sta emergendo sempre più come il leader della squadra e gli Hornets stanno cavalcando una striscia vincente che li ha portati in piena zona playoff con un record identico a quello dei quotati Chicago Bulls. Uno scenario a dir poco improbabile sino a poco tempo fa.

Il giocatore. Segnatevi la data del 22 Febbraio 2016: i Milwaukee Bucks battono i Los Angeles Lakers 108-101, ma soprattutto arriva la prima tripla doppia di Giannis Antetokounmpo, giocatore greco di origine nigeriane dal talento sconfinato in forza ai Bucks. L'ala, classe 1994, ha messo in mostra tutto il suo potenziale con una prova da 27 punti, 12 rimbalzi, 10 assist e 4 stoppate, mettendo sul parquet tutte le sue immense doti di atletismo, agilità e visione di gioco. Il prototipo del giocatore del futuro.


La partita. Nonostante Kyrie Irving sia stato fermato da un malessere passeggero i Cleveland Cavaliers hanno dato un'impressionante prova di forza sul campo degli Oklahoma City Thunder, infliggendo a Kevin Durant e compagni un pesantissimo 115-92. Imperiosa la prova di LeBron James, che per necessità ha dovuto immergersi nel ruolo di playmaker per larghissimi tratti della partita; ottimo anche l'apporto della panchina con Richard Jefferson e Timofey Mozgov sugli scudi. Si avvicinano i playoff e i vice-campioni Nba sembrano sempre più vicini alla quadratura del cerchio.

Il caso. Negli Stati Uniti non è sicuramente uno dei temi principali di discussione, ma per noi italiani il "taglio" di Andrea Bargnani da parte dei Brooklyn Nets è senza dubbio una notizia di rilievo. Il futuro del Mago a questo punto è in bilico tra una nuova avventura Nba al minimo salariale o un ritorno in Europa: non è un mistero che l'azzurro abbia rifiutato l'Olympiacos e che l'Olimpia Milano abbia pronto un contratto triennale a partire dalla stagione 2016-2017. 

Da non perdere. All'1.30 di sabato 27 febbraio va in scena la sfida tra le prime due forze della Eastern Conference, con i Toronto Raptors che ospitano i Cleveland Cavaliers. Sempre sabato 27 febberaio, ma alle 21, interessante sfida tra i Boston Celtics e i Miami Heat, due squadre in buona forma e alla ricerca di posizioni nobili nella classifica dell'Est.

Qui Ovest

La squadra. I Golden State Warriors continuano a macinare record. Anche nella settimana in cui è arrivata la sconfitta più pesante della stagione in quel di Portland, i campioni in carica possono infatti festeggiare il cinquantesimo successo stagionale su 55 partite: mai nessuno nella storia dell'Nba era arrivato alla soglia dei 50 successi così velocemente. A questo punto il record di 72 vittorie e 10 sconfitte dei Chicago Bulls è sempre più nel mirino di Steph Curry e compagni...

Il giocatore. La clamorosa quanto ingiusta esclusione dall'All Star Game ha ulteriormente galvanizzato Damian Lillard che, alla ripresa delle operazioni dopo la pausa per la partita delle stelle, ha punito i Golden State Warriors con una straordinaria prestazione da 51 punti, 7 assist e 6 recuperi. Quindi il leader dei Portland Trail Blazers ha guidato i suoi compagni al successo contro gli Utah Jazz, una vittoria chiave in ottica playoff per una squadra che ad inizio stagione veniva data per spacciata dopo la rivoluzione subita la scorsa estate.

La partita. Nella sfortunatissima stagione dei New Orleans Pelicans, caratterizzata da una lunga serie di infortuni e da risultati molto al di sotto delle aspettative, emerge il talento di Anthony Davis autore di una prestazione leggendaria sul campo dei Detroit Pistons. L'ala dei Pelicans nel 111-106 finale ha messo a referto 59 punti (nuovo record della franchigia), 20 rimbalzi e 4 assist, dimostrando al mondo intero perché viene profetizzato da molti come uno dei giocatori più dominanti del prossimo decennio.


Il caso. Difficile vedere aspetti negativi in una squadra che sta viaggiando con un record di 40 vittorie e 16 sconfitte, ma nell'ultima settimana la brutta prestazione casalinga degli Oklahoma City Thunder contro i Cleveland Cavaliers ha aperto le ormai classiche discussioni sulla consistenza dei Thunder contro le corazzate dell'Nba. L'accoppiata composta da Kevin Durant e Russell Westbrook è sinonimo di vittorie, ma per puntare realmente al titolo serve di più: il cosiddetto "supporting cast" non può garantire qualità alla squadra nell'unica figura di Serge Ibaka.

Da non perdere. Rispetto a quanto sopra, alle 2.30 di domenica 28 febbario interessantissima sfida tra gli Oklahoma City Thunder e i Golden State Warriors. Sempre domenica 28 febbraio, ma alle 2, andrà invece in scena l'ennesimo derby texano tra gli Houston Rockets ed i San Antonio Spurs, una sfida sempre sentita per una rivalità tra due squadre di alto livello.

Clicca qui per essere sempre aggiornato sul campionato Nba 2015-2016.

© Riproduzione Riservata

Commenti