Basket

L'esempio di Gentile fa reagire Milano, ora si va a Sassari

Il capitano dell'EA7 trascina i compagni all'1-1 nella serie, che avrà ora due match in Sardegna. Nell'altra semifinale, Venezia cerca il bis in casa

gentile

Paolo Corio

-

Mostrare il carattere alla pari del fisico: questo doveva fare l'EA7 Milano per tornare padrona del Forum contro Sassari e questo ha fatto soprattutto Alessandro Gentile, dando l'esempio da vero capitano con 27 punti, tanti dei quali ottenuti a forza di "sportellate" e rimbalzi nel pitturato. E il primo a imitarlo, nella partita finita 84-71 che l'ha ufficialmente fatto entrare nei playoff dopo una poco brillante serie contro Bologna, è stato David Moss: 18 punti (frutto anche di un impeccabile 7/7 dalla lunetta), con l'aggiunta di 6 rimbalzi e una difesa decisamente avvertita dalle guardie del Banco di Sardegna, tra le quali i 13 punti di Dyson e gli 11 di Sanders nascondono percentuali di scarsa efficacia.

Hackett-Samules: asse vincente
Trainante anche l'asse play-centro dell'Olimpia, con Samardo Samuels in doppia doppia (14 punti, 12 rimbalzi) e in netta supremazia nel duello sotto canestro con Shane Lawal (3 punti e altrettanti rimbalzi, proprio quando Kadji trova una prova da 11 punti e 5 rimbalzi), e un Daniel Hackett (13 punti, 7 assist) al quale Sassari oppone un Sosa sempre "on fire" (18) ma pure un Logan da "virgola" a referto in 19' sul parquet.

Parità così ristabilita nella serie, con il trasferimento in Sardegna da martedì 2 giugno (ore 20.45, diretta RaiSport1) e l'impressione che ogni volta si potrà assistere, a livello di squadra come individuale, a una prova diversa se non opposta alla precedente. Proprio come già accaduto nelle prime due sfide in casa Armani.

Nell'altra serie Venezia cerca l'allungo
Dopo l'87-70 di gara-1, con Peric tornato "top-scorer" (20) dopo aver sofferto la marcatura di Metta World Peace nei quarti, contro Reggio Emilia la Reyer Venezia è ben decisa a risfruttare il fattore campo puntando anche sul momento di grazia dei suoi esterni (Goss 18, Viggiano 17 nella prima partita). Per riuscire nell'impresa esterna, oltre che su un Lavrinovic più incisivo, la Grissin Bon dovrà invece poter contare su un maggior contributo dal pacchetto degli italiani, incluso un Andrea Cinciarini che in gara-1 ha forse anche inziato ad accusare l'alto minutaggio che gli viene richiesto sin dall'inizio della stagione. Sempre diretta RaiSport, alle 20 di lunedì 1 giugno.

© Riproduzione Riservata

Commenti