Basket

Il mondo del basket dice addio a Lauren Hill

E' morta a 19 anni per un tumore cerebrale. A novembre aveva chiesto all'Ncaa di poter giocare la sua ultima partita commuovendo non solo gli States

lauren_hill

Paolo Corio

-

E' morta proprio al termine della stagione, quando il basket universitario americano elegge i suoi campioni. E una fuoriclasse Lauren Hill, stroncata a soli 19 anni da un tumore cerebrale, lo è stata davvero: una campionessa di coraggio per come ha affrontato la malattia e per l'energia dimostrata fino all'ultimo minuto della sua personalissima partita, con la fondazione a suo nome che è già arrivata a raccogliere negli States 1,5 milioni di dollari per la ricerca contro il cancro.

L'ultimo incontro
Consapevole di avere ormai pochi mesi di vita, Lauren aveva chiesto di poter giocare un ultimo incontro con la maglia della sua Mount St. Joseph University e l'Ncaa, per rendere possibile quel sogno, aveva autorizzato l'anticipo dell'inizio della stagione in modo che lei potesse scendere in campo con le sue compagne lo scorso 2 novembre prima che fosse troppo tardi.


Diecimila, commossi spettatori furono testimoni di quell'atto d'amore per il suo sport, con Lauren che conquistò con quel gesto l'affetto e la stima non solo degli appassionati di pallacanestro, realizzando anche due punti con il "layup" che potete vedere qui sopra.

Hanno scritto i media oltreoceano: "Lauren Hill ha ispirato tutti a vivere pienamente la propria vita". Ed è questo il canestro che la mette una volta per sempre nella storia del basket.

© Riproduzione Riservata

Commenti