Basket

Hackett lascia l'Olimpia Milano dopo due "mezze" stagioni

Risoluzione consensuale del contratto con un'Armani in fase di rifondazione. Futuro obiettivo: un posto nell'Nba

hackett_milano

Paolo Corio

-

Si sa, i social prima di tutto: così ecco Daniel Hackett dare l'addio via Instagram ai tifosi dell'Olimpia Milano dopo due "mezze stagioni" in maglia biancorossa: la prima chiusa con lo scudetto 2014 dopo l'arrivo da Siena come regalo di Natale di Armani ai supporter milanesi, la seconda terminata con il fallimento di tutta la squadra dopo la lunga squalifica per aver abbandonato il ritiro della Nazionale nell'estate dello scorso anno, alla quale vanno aggiunti i due turni di stop rimediati nei playoff per l'espulsione in gara 4 nella serie contro Sassari.

"Porterò con me tanti bei ricordi di quest'avventura insieme. Un grande in bocca al lupo all'Olimpia Milano e un grazie immenso a tutti i tifosi che ci hanno spinto e sostenuto durante momenti felici e davanti alle difficoltà. Grazie di tutto": questo il testo postato dal 27enne play pesarese, che avrebbe avuto un altro anno di contratto con l'EA7 Milano, che nel successivo comunicato ufficiale ha quindi confermato la decisione di "risolvere consensualmente il contratto in corso" come primo atto di una rifondazione che preannuncia numerosi altri addii, incluso probabilmente quello a coach Banchi.

Lasciata Milano, Daniel Hackett cercherà ora di conquistarsi un posto nell'Nba: certo un immediato provino con i New York Knicks, mentre è ancora da confermare una sua partecipazione al mini-camp dei Dallas Mavericks. Qualora non dovesse concretizzarsi il sogno d'oltreoceano, non mancano al giocatore offerte dai club europei, a partire da quelli spagnoli.

© Riproduzione Riservata

Commenti