Basket

Eurolega: Hackett e l'effetto squalifica

Forzatamente a riposo in Campionato, il play dell'EA7 Milano (decisivo contro il Bayern) è l'assoluto trascinatore in Europa: ecco le statistiche

hackett_eurolega

Paolo Corio

-

Di solito capita dopo un lungo stop per infortunio: tornato in forma, ecco il giocatore in questione buttare in campo tutta l'energia tenuta forzatamente a freno per dare vita a una serie di prestazioni strappa applausi, se non a una stagione "magica". A Daniel Hackett, squalificato in Campionato sino al prossimo aprile per aver abbandonato senza autorizzazione la scorsa estate il ritiro della Nazionale di basket, sta accadendo lo stesso in Eurolega: quando scende sul parquet, ecco esplodergli la voglia di giocare accumulata nelle domeniche passate su una sedia a incitare da pochi metri i suoi compagni.

Risultato: nelle 8 partite sinora disputate, le uniche in cui ha potuto vestire la maglia dell'EA7 Milano, Hackett ha fatto registrare una media di 13.1 punti (praticamente due in più a match rispetto a tutte le sue passate stagioni in Eurolega), 3.8 rimbalzi e 4.4 assist. Come lui nella squadra di coach Banchi ha segnato solo il centro Samardo Samuels, meglio di lui non ha fatto nessuno alla voce passaggi vincenti: 3.4 sono infatti quelli dell'altro play Joe Ragland, con il resto dei compagni ampiamente staccati a referto. E anche sotto i tabelloni, non propriamente il posto dove Hackett deve trovarsi a lottare, non sono tanti in casa Olimpia quelli che possono vantare statistiche migliori: oltre all'onnipresente Samuels (6.1 rimbalzi a partita), solo Moss (4.1) sta infatti facendo meglio di Daniel, mentre l'altro lungo Melli ha esattamente lo stesso numero di palloni strappati in aria.

Migliore dei suoi anche per valutazione (14.5 contro i 13.6 sempre di Samuels), il meglio Hackett l'ha poi fatto vedere nell'ultimo turno interno contro il Bayern Monaco: 25 punti in quasi 31 minuti d'impiego, incluso il canestro dell'83-81 che ha non solo regalato la vittoria all'EA7, ma ne ha anche (quasi) assicurato il passaggio alla Top 16. In attesa di ritrovarlo in Campionato, l'Olimpia ha così la sua arma in più per cercare di imboccare l'ardua via delle Final Four di Madrid.

Il canestro vincente contro il Bayern e gli highlights

Clicca qui per tutto il basket su Panorama.it

© Riproduzione Riservata

Commenti