datome_fenerbahce
Basket

Eurolega: Datome e il Fenerbahce per una storica vittoria

Il capitano dell'Italia guida il club di Istanbul alla caccia della Coppa dei Campioni del basket, sinora mai vinta da una squadra turca

Sarà il capitano azzurro Gigi Datome a guidare l'assalto del favorito Fenerbahce alla conquista dell'Eurolega, la Coppa dei Campioni del basket, la cui Final Four sta per avere luogo a Berlino.

Prima avversaria del club di Istanbul, che nel caso riuscisse nell'impresa sarebbe il primo nella storia del basket turco a salire sul tetto d'Europa, saranno gli spagnoli del Laboral Kutxa Vitoria (venerdì 13 maggio alle 21, diretta Sky) in una sfida in cui Datome - con il lungo Jan Vesely ancora in forse e comunque ancora limitato da un recente infortunio - sarà chiamato a far valere i suoi 203 cm anche vicino a canestro, soprattutto in fase difensiva e anche per limitare Ioannis Bourousis, vecchia conoscenza del nostro Campionato (due stagioni all'Olimpia Milano) e tra i migliori centri in questa stagione europea.

Intervista: la nuova vita (e la vecchia barba) di Gigi Datome


Rodato dall'esperienza Nba, il giocatore sardo non avrà certo problemi a far valere il fisico, anche se è stato soprattutto il suo tiro da fuori ad aiutare il Fenerbahce a bissare la partecipazione a una Final Four dopo quella, altrettanto storica per la pallacanestro della mezzaluna, dello scorso anno a Madrid. Con il 45% di realizzazione, Datome è infatti risultato il nono miglior realizzatore da tre di tutta l'Eurolega, mentre con 12.2 punti di media è il secondo più prolifico della sua squadra, alle spalle di Ekpe Udoh (12.4 punti a partita in questa stagione europea). 

Ma al di là delle statistiche, è stata soprattutto la naturale leadership a far sì che uno dei due italiani del Fenerbahce (l'altro è Maurizio Gherardini, gm del potente e seguitissimo club turco) sia diventato l'uomo di riferimento in campo e nello spogliatoio di coach Obradovic, il "santone" che punta con l'ultimo atto in terra tedesca a vincere la sua nona Eurolega dopo quelle conquistate con Partizan Belgrado, Joventut Badalona, Real Madrid e Panathinaikos Atene.

Maurizio Gherardini: l'altro italiano del Fenerbahce


Sinora Obradovic ha utilizzato Gigi Datome per 26 minuti di media (e per 21 volte partendo dal quintetto base), ma facilmente il minutaggio potrebbe anche salire sul parquet di Berlino. Ma l'impatto di Datome è risultato assai forte anche lontano dal campo: disponibilità e genuinità tanto con la gente quanto con i media, oltre all'iconografico look con barba e capelli lunghi, lo hanno infatti reso un personaggio amato a Istanbul come già lo era stato a Roma e lo è tuttora in Italia. Dove in tanti faranno il tifo per il Fenerbahce che, se vincerà la semifinale con gli spagnoli, si troverà poi ad affrontare la vincente del derby russo tra l'altrettanto ambizioso Cska Mosca e la "sorpresa" Lokomotiv Kuban (venerdì 13 maggio alle 18, diretta Sky). 

Clicca qui per tutte le ultime news sulla Final Four di Eurolega.

© Riproduzione Riservata

Commenti