Milano batte Cantù e punta al record di Varese

L'EA7 ottiene nel derby la 15a vittoria consecutiva ed è a quattro successi dall'impresa della Mobilgirgi del '76, imbattuta nel girone di ritorno

Alessandro (a sinistra) e Stefano Gentile: derby nel derby in MIlano-Cantù. – Credits: Savino Paolella / www.dailybasket.it

Paolo Corio

-

Up&Down. Aggiudicandosi il derby del Forum contro Cantù, Milano porta a 15 la sua striscia di successisi consecutivi e a quattro giornate dal termine della regular-season - con il primo posto praticamente certo - inizia a fare un pensierino anche al record della Mobilgirgi Varese, che nel 1976 terminò imbattuta il girone di ritorno. Alle spalle dell'EA7 c'è ora la sola Siena, che ha superato Sassari di mezzo canestro, mentre Brindisi scivola a sorpresa a Montegranaro. Turno "up" anche per Reggio Emilia, che conserva il 7° posto superando Roma, e per il trio Varese-Pistoia-Bologna, che rimangono in gruppo subito alle spalle di Caserta in quella che si preannuncia come una "volatona" per l'ultimo posto valido per i playoff. Perdendo in casa contro Cremona, Pesaro pare invece sempre più destinata alla retrocessione.

Big-match: EA7 Milano-Acqua Vitasnella Cantu 76-71. Con un Moss nei panni del top-scorer (16) e quattro altri giocatori in doppia cifra (Alessandro Gentile, Melli, Jerrels e Samuels) l'EA7 supplisce ancora una volta con successo ai punti dell'infortunato Langford. A Cantù mancano invece quelli dell'assente ingiustificato Michael Jenkins (vedi all voce flop-scorer), di un Cusin inconsistente nell'area colorata (2 punti e 6 rimbalzi in 18') e di un Pietro Aradori a segno solo nell'ultimo quarto e per lo più dalla lunetta (7 su 13 totali). A credere davvero nella possibilità di violare il Forum è tra i brianzoli il solo Joe Ragland (27), che con la collaborazione di Stefano Gentile riesce anche a ricucire il -17 del terzo quarto (62-45 per l'Olimpia, cinica nello sfruttare le poche transizioni concesse da Cantù e ogni singola libertà lasciata ai suoi tiratori da oltre l'arco) fino al -2 (67-65) del 35° minuto. Nel momento più difficile per l'EA7, ecco però capitan Gentile rubare palla e involarsi per un contropiede che gli costa l'uscita a braccia dal campo (problema muscolare al polpaccio sinistro) ma riscuote i milanesi e rimanda in tilt gli ospiti, che riprecipitano a -10 in due giri di lancetta prima di un nuovo mini-break che sul 76-71 si infrange però contro l'ennesima tripla fallita da Jenkins.

Top-scorer. E' Brad Wanamaker il capocannoniere di giornata con 28 punti (11/16 da due, 6/7 ai liberi), mentre i 27 di Joe Ragland (in cui spicca il 4/5 nelle triple) non evitano a Cantù la sconfitta nel derby.

Highlights. Con 16 punti (8/10 da sotto) e 10 rimbalzi Othello Hunter è il trascinatore sotto i tabelloni di Siena, che ne ha 16 anche dall'ex milanese MarQuez Haynes ma con percentuali non eccelse (4/6 da due, 2/7 da tre); per la sconfitta Sassari 21 punti e 7 assist da Marques Green. Ennesima doppia doppia anche per O.D. Anosike (21 punti, 10 rimbalzi) nell'ennesima sconfitta per Pesaro, così come a poco fruttano i 23 punti di Jarvis Hayes per Avellino. Fruttuosi invece i 22 punti di Adrian Banks, top-scorer per Varese, e quelli della coppia Jarrius Jackson (22) e Jason Rich (20) nel successo esterno di Cremona.

Flop-scorer. Che ne è stato del bomber ammirato la scorsa stagione con Brescia in Legadue? L'oggi canturino Michael Jenkins fa segnare nel derby una miserrima "virgola" in 19' con 0/7 al tiro. Nel Banco di Sardegna Sassari, con il cugino Travis fuori dai giochi per infortunio, Drake Diener incappa invece in un pessimo pomeriggio da 11 punti in 33' con 4/10 da due e 1/3 da oltre l'arco. Inconsistenti anche per Pesaro Elston Turner (6 punti in 31', con 0/4 da tre) e per Varese Achille Polonara (2 punti in 21').

Italians. 24 punti per Daniele Cinciarini, che guida Montegranaro all'inatteso successo su Brindisi, con 11 punti e 6 rimbalzi per i marchigiani anche da parte di Luca Campani. Nel successo dell'EA7 13 punti per lo sfortunato Alessandro Gentile (14 invece per il fratello Stefano) e 11 + 6 rimbalzi di Nicolò Melli. Doppia cifra (10) anche per Simone Fantoni nella vittoria di Bologna, mentre parla decisamente italiano la classifica di giornata degli assist: il migliore con 9 è Daniele Cavaliero (Avellino), seguito con 8 da Andrea Cinciarini (Reggio Emilia).

Risultati della 26a giornata: Sutor Montegranaro-Enel Brindisi 83-80, Montepaschi Siena-Banco di Sardegna Sassari 82-81, Cimberio Varese-Pasta Reggia Caserta 72-67, Umana Venezia-Giorgio Tesi Group Pistoia 70-74, Sidigas Avellino-Granarolo Bologna 72-80, Grissin Bon Reggio Emilia-Acea Roma 89-76, Victoria Libertas Pesaro-Vanoli Cremona 86-91, EA7 Emporio Armani Milano-Acqua Vitasnella Cantù 76-71.

La classifica: EA7 Emporio Armani Milano 42; Montepaschi Siena 36; Acqua Vitasnella Cantù 34; Enel Brindisi 34; Banco di Sardegna Sassari 32; Acea Roma 30; Grissin Bon Reggio Emilia 26; Pasta Reggia Caserta 24; Cimberio Varese, Sidigas Avellino, Giorgio Tesi Group Pistoia, Umana Venezia e Granarolo Bologna 22; Vanoli Cremona 20; Sutor Montegranaro 16; Pesaro 12.

Si ringrazia per le immagini il sito www.dailybasket.it .

© Riproduzione Riservata

Commenti