Basket

Basket Final 8: l'EA7 Milano rivince la Coppa Italia dopo 20 anni

Avellino sconfitta al Forum dall'Olimpia per 82-76: rotto così il digiuno che durava dal lontano 1996. Sanders Mvp della finale

MILANO_COPPA

Paolo Corio

-

Due anni dopo la conquista dello scudetto, e a vent'anni esatti da quel fatidico 1996, l'Olimpia Milano sfata anche l'altro tabù, superando per 82-76 la Sidigas Avellino e tornando così a sollevare la Coppa Italia dopo 20 anni. Merito ovviamente di tutta la squadra, che ha risposto al meglio in tutto il lungo weekend dominando ogni singola partita, ma anche e soprattutto di Rakim Sanders, ultimo e azzeccato acquisto dell'Armani, che in finale mette insieme 17 punti e 7 rimbalzi per una prestazione che gli vale anche il premio di Mvp.

Milano c'è, incluso il miracolato Cerella
Con Batista di nuovo escluso dalle rotazioni di coach Repesa (ma senza che Cervi riesca ad approfittarne per Avellino), ottima prova sotto i tabelloni anche per McLean (15 punti, 6 rimbalzi) e per il sempre concreto Macvan (14), mentre in regia l'EA7 vede anche i primi sprazzi illuminanti di Kalnietis (5 punti, 4 assist), che si alterna con un efficace Daniele Cinciarini (10 punti, 3 assist). In generale, come già avvenuto il venerdì contro Venezia e il sabato contro Cremona, è comunque tutta l'Olimpia ad andare a pieni giri, incluso un Bruno Cerella incredibilmente sul parquet a 48 ore da un intervento di "pulizia" al ginocchio.


Decisivo l'ultimo quarto
Con anche Jenkins e Simon a colpire dal perimetro (8 punti) la finale è così sempre in controllo per l'Olimpia, che gira già con un vantaggio in doppia cifra la prima boa (21-11 al 10') e poi rimane avanti per tutto l'incontro. L'unico momento di difficoltà per i biancorossi è all'inizio del terzo quarto, quando Avellino si rifà sotto con il 44-48 firmato da Acker (9 totali) e trova anche le migliori giocate di Nunnally (25, top-scorer del match e anche migliore in campo per valutazione), oltre che la concretezza sotto canestro di Buva (13).

Come dichiarato subito dopo la semifinale dallo stesso coach Repesa, Milano ha però imparato la lezione dalla sconfitta di tre settimane fa in Campionato e questa volta non si fa sorprendere: alzando subito l'intensità difensiva, chiude ancora sopra la terza frazione (60-55) e quindi piazza il break decisivo nell'ultima, con la tripla del 76-61 di Cinciarini che di fatto chiude i giochi a 4 minuti dall'ultima sirena. Quella che riporta la Coppa Italia del basket a Milano dopo vent'anni.

© Riproduzione Riservata

Commenti