Basket Serie A: testa a testa Milano-Reggio Emilia, ma non solo...
Savino Paolella
Basket Serie A: testa a testa Milano-Reggio Emilia, ma non solo...
Sport

Basket Serie A: testa a testa Milano-Reggio Emilia, ma non solo...

A tre giornate dal termine della regular-season tanti i duelli in chiave playoff. E resta aperta anche la lotta-salvezza: il "plus/minus" della 27a giornata

Con lo scivolone dell'EA7 a Brindisi e il successo della Grissin Bon a Caserta, si ricongiunge la coppia di testa Milano-Reggio Emilia per un'appassionante volata finale con ancora tre giornate di regular-season da giocare. Ma è lotta aperta anche per la terza piazza tra Avellino e Cremona, dopo che gli irpini si sono aggiudicati lo scontro diretto, così come per (almeno) l'ultima posizione valida per i playoff, con Venezia - sconfitta a Varese - sempre più incalzata dagli stessi lombardi e dai pugliesi dell'Enel. Ecco il "borsino" del turno, con i protagonisti tanto in positivo quanto in negativo di questa 27a giornata...

Le squadre "plus" della 27a giornata

Sidigas Avellino. Supera in casa Cremona con 17 punti di Cervi, più 14 di Buva e Ragland, agganciandola al quarto posto grazie al 13° successo nelle ultime 14 partite. Comunque vada lo sprint finale, la Sidigas è con la Vanoli la squadra-sorpresa di questa regular-season.

Grissin Bon Reggio Emilia. Trascinata ancora una volta dall'inossidabile Kaukenas (21), ben spalleggiato dagli italiani (Polonara 18, Aradori e Della Valle 14), passa sul non semplice campo di Caserta e riaggancia al vertice l'EA7 Milano per un duello che con tutta probabilità continuerà anche nei playoff...

Enel Brindisi. Si toglie la soddisfazione di battere in casa la testa di serie Milano e soprattutto - pur tra alti e bassi - rimane in corsa per essere protagonista anche nella post-season.

Openjobmetis Varese. Unica italiana rimasta in gara a livello internazionale, in attesa della Final Four di Europe Cup (dal 29 aprile al 1° magio a Chalon-Sur-Saone, in Francia), contro Venezia approfitta ancora una volta del fattore campo per il quarto successo consecutivo a Masnago che - esattamente come Brindisi - la tiene in corsa per l'ultima piazza playoff, anche se con un calendario decisamente ostico (a Cremona, quindi match interno con Reggio Emilia prima di chiudere con il derby a Cantù).

Le squadre "minus" della 27a giornata

EA7 Milano. La seconda sconfitta consecutiva (e con soli 50 punti realizzati, minimo storico in regular-season dal 1998) denuncia un periodo non eccelso per la capolista, al di là dell'infortunio di Gentile (out per due mesi dopo l'operazione al pollice destro), dell'ennesimo forfait di Cinciarini e del già iniziato lavoro di preparazione fisica in vista dei playoff che ne imballa inevitabilmente le gambe. Ora il rischio è di perdere il vantaggio del fattore-campo in un'eventuale finale playoff: dettaglio non secondario per una squadra che in trasferta non sempre riesce a dare il meglio di sé (sinora 6 sconfitte e 8 vittorie contro il 12-1 del Forum).

Acqua Vitasnella Cantù. Dopo la sciagurata sconfitta interna contro Venezia, seguita dalle due negative trasferte a Cremona e Trento, è ormai definitivamente passata dal sogno playoff alla lotta-salvezza, per la quale è determinante il prossimo incontro casalingo con la Virtus Bologna. In Brianza stanno già pianificando il futuro con un assai probabile arrivo di coach Charlie Recalcati, ma guai a perdere d'occhio il presente, con l'augurio che suggerisca anche un sano bagno di umiltà cestistica al patron Gerasimenko.

Umana Reyer Venezia. Dopo i blitz a Caserta e Cantù, si fa sorprendere in casa da Pesaro e crolla a Varese: davvero non ne vuole sapere di mettere in freezer la partecipazione ai playoff. Che ora rischia di squagliarsi alla luce di un calendario non propriamente facilissimo (in casa con Pistoia, quindi a Trento e poi ancora al Taliercio con Avellino).

I giocatori "plus" della 27a giornata

Josh Akognon (Sassari). Con 30 punti (4/5 da due, 6/9 nelle triple) è il top-scorer di Sassari nel successo su Torino che - malgrado tutto - tiene il Banco tra le protagoniste del torneo.

Durand Scott (Brindisi). Con 15 punti, 7 rimbalzi e 3 assist è il migliore dell'Enel e anche quello che "spacca" la difesa di Milano ogni volta che gli uomini di coach Repesa accennano a un (timido) rientro.

Brandon Davies (Varese). Doppia-doppia da 21 punti e 13 rimbalzi per il centro biancorosso, dominatore assoluto dei tabelloni contro Venezia mentre Kusiks (6/7 da tre) completa il lavoro dall'arco per i lombardi.

Trevor Lacey (Pesaro). Con un Daye (9 punti in 28' sul parquet) dalle polveri bagnate, è la guardia americana (19 punti, 3 assist, più 7 rimbalzi) a spingere i marchigiani verso il successo su Capo d'Orlando che vale oro in chiave salvezza.

Davide Pascolo (Trento). 16 punti, 11 rimbalzi e la solita grinta a propiziare la rimonta dell'Aquila nella seconda parte dell'incontro. Una sicurezza per la Dolomiti Energia e confidiamo anche per la Nazionale di coach Messina.

I giocatori (e i coach) "minus" della 27a giornata

Kruno Simon (Milano). Con fuori Alessandro Gentile, il croato ha spesso - se non sempre - vestito i panni del laeder dell'EA7. Ma non a Brindisi, dove ha chiuso con solo 7 punti e 2 assist sul parquet, ma soprattutto senza mai prendere per mano la squadra in una partita in cui mancava ancora anche Cinciarini e nella quale Kalnietis (7 e 2 assist pure per lui) non si è certo rivelato il playmaker tanto atteso da coach Repesa.

Marco Cusin (Cremona). La sua squadra perde la sfida con Avellino e lui perde il duello italiano sotto le plance con Cervi, mettendo a referto solo 8 punti e 6 rimbalzi in 24' sul parquet.

Michael Bramos (Venezia). Dopo tre prestazioni in doppia cifra, chiude con soli 3 punti a referto con 0/1 da due e 1/5 da tre. Davvero troppo poco.

Coach Sergey Bazarevich (Cantù). Il suo diktat è di dare palla a Fesenko (15 punti in 30' sul parquet), ma in questa come in altre occasioni non basta. E come in altre occasioni emerge tutta la povertà di scelte offensive di una squadra in cui non manca certo il talento, ma chi sappia farlo fruttare dalla panchina con un po' più di creatività. O anche solo con la scelta di togliere per un po' di minuti il non sempre devastante centrone ucraino per liberare l'efficace "corri e tira" di tanti suoi compagni...

27a giornata: risultati e classifica

Risultati 27a giornata: Sidigas Avellino-Vanoli Cremona 84-70, Pasta Reggia Caserta-Grissin Bon reggio Emilia 82-87, Openjobmetis Varese-Umana Reyer Venezia 79-68, Dolomiti Energia Trentino-Acqua Vitasnella Cantù 79-75, Giorgio Tesi Group Pistoia-Obiettivo Lavoro Bologna 88-76, Consultivest Pesaro-Betaland Capo d'Orlando 70-65, Banco di Sardegna Sassari-Manital Torino 112-98, Enel Brindisi-EA7 Milano 64-50.

Classifica: Milano e Reggio Emilia 40; Avellino e Cremona 36; Trentino, Sassari e Pistoia 28; Venezia 26; Varese e Brindisi 24; Pesaro e Capo d'Orlando 22; Cantù, caaserta e Bologna 20; Torino 18.  

Ti potrebbe piacere anche

I più letti