La diretta della quarta tappa, vince Battaglin

Si corre da Policastro Bussentino a Serra San Bruno, 244 chilometri di media montagna - Lo speciale sul Giro 2013 -

Matteo Politanò

-

17,32 - Volata al traguardo vince Battaglin, davanti a Fellin, terzo Visconti. Luca Paolini difende la maglia rosa con 17'' di vantaggio su Wiggins

17,10 - Marcato è stato ripreso dal gruppo guidato dal team Sky, 36'' di vantaggio del francese Georges sul gruppo

16,55 - Davanti al gruppo ci sono cinque corridori, il traguardo volante di Soriano è stato tagliato per primo da Marcato. 16 km alla fine della tappa, Il gruppo è a 19 secondi

16,45 - Gruppo spezzato in tre, in testa scatto di Willems raggiunto poi da Gretsch

16,35 - Problemi tecnici per Vincenzo Nibali che riparte dopo l'assistenza dell'ammiraglia

16,25 - Ripreso Minguez, il gruppo si compatta a 41 km dall'arrivo. Ora una discesa prima dell'ultimo tratto e i 600 metri di lastricato prima del traguardo.

16,20 - Pochi chilometri prima dell'arrivo del gran premio della montagna a Vibo Valentia. Inizia a piovere quando mancano 45 km all'arrivo

16,15 - La corsa entra nel centro urbano di Maierato con Minguez che ha 19'' di vantaggio sugli inseguitori e 42'' sul gruppo rosa.

16,05 - Il tempo tiene e non piove, 54 secondi di distacco del gruppo rosa dalla testa della corsa. Cominciano gli scatti nel quartetto in vetta, il primo è Berard

15,55 - Il percorso lascia la pianura e inizia la salita. Il gruppo di testa conposto da Berard, Le Bon, Minguez e Lightart ha ora solamente 1'35'' di vantaggio dal gruppo rosa a 56,7 chilometri dall'arrivo

15,40 - 4',52'' è il vantaggio dei battistrada sul gruppo della maglia rosa

15,30 - Il distacco del gruppo della maglia rosa dalla testa della corsa è di 5',04

15,20 - Media di corsa di circa 40 chilometri orari, 81 chilometri al traguardo e 1 al traguardo volante di Marinella di Sant'Eufemia. Quattro i battistrada al comando.

Stamane si è ripartiti da Policastro con Luca Paolini in rosa. Alle sue spalle ci sono Wiggins a 17″, Rigoberto Uran, Intxausti, Nibali a 31″, Agnoli, Hesjedal a 34″, Caruso, Trofimov ed Henao, a chiudere la top ten. Michele Scarponi è 22mo a 1’23″ dopo la caduta in discesa di ieri.

© Riproduzione Riservata

Commenti