La Juve "spia" Angel Correa

Un osservatore bianconero inviato in argentina per visionare il giovane attaccante, inseguito anche da Benfica e Atletico Madrid

Angel Correa in azione: il giovane attaccante argentino è seguito da vicino da diversi club europei, tra cui la Juventus. (Credits: Getty Images)

Nicolò Schira

-

Gli scout dei grandi club europei sono all'opera in Sudamerica per individuare i nuovi campioni con i quali rinforzare - magari già a gennaio - le rispettive compagini. Il "craque" principale proposto dal calcio argentino risponde al nome di Angel Correa, punta classe '95 del San Lorenzo de Almagro (la squadra di papa Francesco), che ha già stregato mezza Europa. Il primo a rimanere affascinato dalle doti del n°32 del club sudamericano è stato Manuel Rui Costa, che già ad agosto ha effettuato un tentativo per portarlo al Benfica. Con i lusitani che continuano anche ora il pressing sul giovane talento argentino, anche se nelle ultime ore è diventato incessante il forcing dell'Atletico Madrid: i Colchoneros potrebbero infatti vendere Diego Costa al Chelsea per 40 milioni di euro e vorrebbero reinvestire parte del ricavato sull'astro nascente argentino. 

La quotazione di Correa è già schizzata a 15 milioni di dollari: una cifra importante per un giocatore non dotato di passaporto comunitario. E proprio il fatto di occupare uno slot relativo agli extracomunitari frena la compagine italiana maggiormente interessata all'attaccante, ovvero la Juventus, che in queste settimane ha inviato un proprio osservatore in Argentina per seguire da vicino il rendimento del baby-campione nel Torneo Inicial (l'equivalente della nostra Serie A italiana). A complicare l'operazione anche la suddivisione del cartellino: solo il 60% appartiene infatti al San Lorenzo, mentre il rimanente 40% è suddiviso fra i due agenti del calciatore. L'asta è aperta...

© Riproduzione Riservata

Commenti