Sport

Poche offerte e tanta delusione: Antonio Cassano smette di giocare?

Il calciatore barese potrebbe appendere le scarpe al chiodo a giugno 2017 ma c'è chi spera ancora in una sorpresa

Antonio Cassano dà l'addio al calcio? L'indiscrezione è stata lanciata oggi dal quotidiano genovese Il Secolo XIX secondo cui il calciatore barese, fuori rosa nella Sampdoria dalla scorsa estate, starebbe valutando la possibilità di dare addio al calcio giocato.

Legato da un contratto con la Samp fino a giugno 2017, Antonio Cassano era tornato a Genova a furor di popolo nell'estate 2015 dopo il litigio con il presidente Riccardo Garrone e l'addio al blucerchiato del 2011. 

Cassano è il 14mo cannoniere di sempre nella storia della Sampdoria con 43 gol, ciononostante il suo nome convive ormai da anni con le diverse opinioni di chi perdona o dimentica. I tifosi blucerchiati non hanno mai negato il suo immenso talento in campo ma i tanti colpi di testa e un carattere difficile da gestire hanno corroso un legame che dura ormai da dieci anni. 

L'ultima goccia dopo il derby di ritorno perso 3-0 con il Genoa nello scorso campionato e il litigio nello spogliatoio con Antonio Romei, avvocato e braccio destro del presidente Ferrero. 

Calciomercato a costo zero: la lista degli svincolati

Gli estimatori del giocatore sperano ancora nel miracolo dell'Entella, la società di Chiavari che è stata da tempo associata a Cassano per la vicinanza geografica (pochi chilometri da Genova) e per il campionato (serie B). La trattativa non ha però mai trovato conferme e le altre ipotesi circolate, su tutte Palermo e Pescara, non convincono il barese che potrebbe preferire finalmente un ruolo da padre a tempo pieno con i figli Christopher e Lionel. 

Getty Images
Lo scorso agosto Antonio Cassano è stato escluso dalla rosa della Sampdoria: "Mi sono fidato di lui e mi ha fregato" ha detto il presidente Massimo Ferrero.
Ti potrebbe piacere anche

I più letti