Ambrosini: "Fiorentina? Si faccia avanti"

Nella conferenza stampa d'addio alla maglia rossonera, il centrocampista parla degli ultimi giorni di tensione con il Milan e del suo futuro

Massimo Ambrosini saluta il Milan e si toglie qualche sassolino dalla scarpa. Nella conferenza stampa dell'addio al club rossonero dopo 18 anni di militanza, il centrocampista di Pesaro ha trattenuto le lacrime con fatica. "La notizia l'avete già saputa - ha detto Ambrosini - io volevo salutare tutti quanti: non è facile, sono emozionato, sinceramente e ho aspettato alcuni giorni prima di parlare perché a caldo avrei potuto dire cose che non avrebbero reso giustizia a 18 anni col Milan. Voglio ringraziare tutti, a partire da Berlusconi, sino a Galliani, Braida, tutti quanti. Sono stati 18 anni meravigliosi, che non potrò assolutamente dimenticare. Mi sono preso giorni per smaltire un po' di amarezza che avevo, ma penso sia normale e giustificabile. I miei compagni di squadra sono stati la cosa più bella di questi anni, ringrazio anche loro e tutta la famiglia Milan. Mi sento ancora un giocatore, gli attestati ricevuti in giro me lo fanno credere sempre di più".

Tra le società che si sarebbero già fatte avanti per lui, la Fiorentina di Montella. "E' impossibile non parlare di questo - ha spiegato l'ormai ex giocatore del Milan - ma ci saranno altri momenti per farlo. La Fiorentina è una grandissima società, allenata da un grande tecnico, con un progetto veramente serio ed intrigante. Se si facessero avanti, starei a sentire quel che hanno da propormi".

© Riproduzione Riservata

Commenti