under_18_volley
Altri sport

Volley, le Under 18 campioni del mondo e la rivincita di coach Mencarelli

L'allenatore umbro torna a vincere un oro con le ragazze dopo l'esonero nel 2014 da ct della Nazionale maggiore femminile

Con le ragazze delle giovanili azzurre di volley femminile Marco Mencarelli ha vinto tutto quello che si poteva vincere. L'ultima medaglia d'oro se l'è appena messa al collo a Lima, in Perù, guidando le spregiudicate Under 18 a vincere la Coppa del Mondo. Una prima volta per tutto il movimento pallavolistico che in questa categoria aveva ottenuto in passato solo l'argento nel 2003 a Pila e tre bronzi (1995 a Poitiers, 1997 a Chiang Mai, 2005 a Macao).

Solo due set alle avversarie in 8 partite
Il "Menca" è coach che non conosce le mezze misure, capace di farsi scivolare addosso il fallimentare biennio con la Nazionale maggiore conclusosi con l'esonero nel 2014 per ripartire più determinato di prima e proseguire nell'incetta di ori giovanili con l'impresa di questa straripante "Giovine Italia", arrivata sul tetto del mondo vincendo 8 partite consecutive con soli due set lasciati alle avversarie e un perentorio 3-0 rifilato in finale agli Stati Uniti. "Sapevamo di poter fare bene", il commento dello stesso ct Mencarelli, "perché questo gruppo ha potenzialità notevoli, però questa vittoria ha davvero qualcosa di speciale. Il nostro è stato un cammino immacolato e abbiamo dominato il Mondiale, imponendo la nostra forza contro tutte le avversarie. Il 3-0 della finale può sembrare una formalità, ma alla fine è il frutto di un lavoro in palestra che ha portato questa Italia a imporsi facendo sembrare tutto facile". 

"Le vittorie", ha avuto modo di dire in passato il 52enne coach di Orvieto, "si costruiscono con il sudore e il sacrificio. Nulla arriva per caso". Una filosofia ribadita con questo gruppo che ha in Vittoria Piani, Paola Egonu, Alessia Orro, Alexandra Botezat e Giorgia Zannoni giocatrici già pronte tanto per la Nazionale maggiore di Bonitta (alcune di loro ci hanno anche già esordito) quanto per il Club Italia che fra qualche mese inizierà il Campionato di A1. Che vedrà protagonista anche Mencarelli, chiamato sulla panchina dell'Unendo Yamamay Busto Arsizio e per questo destinato all'addio ai colori azzurri, anche se l'ultimo successo apre uno spiraglio alla prosecuzione del rapporto tra l'allenatore dei record e la Federvolley.

I complimenti di Renzi
Il successo delle azzurrine è stato salutato anche da un messaggio di Matteo Renzi che dal suo profilo Facebook scrive: "Bravissime le ragazze del volley che hanno vinto il mondiale Under 18. Sono il futuro del movimento, punteranno alle olimpiadi del 2024. Ma sono soprattutto il presente di un'Italia bella. Quella che fa i sacrifici per portare le ragazze a giocare il sabato pomeriggio o la domenica mattina. Quella che concilia lo studio con l'allenamento. Quella che ci prova credendo a un sogno senza farsi risucchiare dal vortice del disfattismo. I miei complimenti al presidente Magri, al ct Marco Mencarelli e a tutte le ragazze a cominciare da Paola Egonu eletta miglior giocatrice del torneo. Viva l'Italia".

Ecco i nomi delle 12 campionesse del Mondo: palleggiatrici Roberta Carraro (Ags San Donà) e Alessia Orro (Club Italia); centrali Marina Lubian (Lilliput Settimo Torinese), Giulia Mancini (Volleyrò Casal de’ Pazzi), Alessia Mazzaro (Vero Volley Monza) e Alexandra Botezat (Club Italia); attaccanti Paola Egonu (Club Italia), Vittoria Piani (Club Italia), Claudia Provaroni (Volleyrò Casal de’ Pazzi), Alice Pamio (Volleyrò Casal de’ Pazzi), Giulia Melli (Volleyrò Casal de’ Pazzi); libero Giorgia Zannoni (Club Italia).

© Riproduzione Riservata

Commenti